Tamponamento a Costa Merlata: muore il 29enne monopolitano Francesco Campanella

Autore Alfonso Spagnulo | lun, 23 lug 2018 | 26784 viste | Monopoli Francesco-Campanella Incidente Mortale

Il cuore del giovane ha smesso di battere nella tarda mattinata di oggi al Perrino di Brindisi

MONOPOLI - Non ce l'ha fatta a sopravvivere alle gravi ferite riportate ieri in seguito all’incidente stradale avvenuto all’altezza di Costa Merlata, in territorio di Ostuni: è morto questa mattina, Francesco Campanella, 29 anni, di Monopoli. E’ deceduto all’ospedale Antonio Perrino di Brindisi dove era stato portato da un'ambulanza del 118 in condizioni critiche. Campanella, come detto, è rimasto coinvolto nell’incidente avvenuto ieri mattina (domenica 22 luglio) lungo la strada statale 379 che collega Brindisi a Bari, attorno alle 7. Tutto è avvenuto nell’arco di pochi minuti, all’altezza dello svincolo per Costa Merlata, in direzione del capoluogo regionale.


Stando alla ricostruzione degli agenti della stradale, ci sarebbe stato prima un tamponamento fra due auto, successivamente sono state coinvolte altre due utilitarie, forse per evitare le prime rimaste bloccate sulla carreggiata. Il personale del 118 ha soccorso i feriti trasportandoli in ospedale. Sono apparse subito gravissime quelle del 29enne monopolitano, studente di fisioterapia proprio a Brindisi ma che non disdegnava di lavorare come barman presso una nota struttura sita sulla costa, arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Perrino in codice rosso. I medici hanno fatto il possibile durante la notte e anche questa mattina ma il cuore ha cessato di battere intorno alle 13.


Ferita in maniera grave una giovane donna. La prognosi resta riservata. Non destano, invece, preoccupazione le condizioni di un’altra donna rimasta coinvolto nel doppio incidente. L’informativa sarà trasmessa in Procura, all’attenzione del sostituto procuratore di turno per le valutazioni su eventuali responsabilità penali nella dinamica.


La morte di Francesco Campanella ha lasciato sgomenta la comunità monopolitana. Il giovane era ben voluto per i suoi modi educati e gioviali. Un ragazzo perbene insomma. I genitori del 29enne sono noti in città per la loro attività di parrucchieri. Di seguito il ricordo dell’Associazione Italiana Fisioterapisti Puglia: "Il Presidente e il Consiglio Direttivo AIFI Puglia piangono la perdita di Francesco, studente del Corso di Laurea in Fisioterapia del Polo Universitario di Brindisi. Il Presidente Regionale Claudia Pati lo ricorda così: “Una giovane vita spezzata bruscamente. Francesco era un ragazzo attento, sensibile, volenteroso, appassionato sin dal primo anno alla nostra professione e associazione”. La notizia ha lasciato colleghi, docenti e tutor clinici, senza parole. Presidente e Consiglio Direttivo sono vicini ai genitori e a tutti gli studenti del corso di laurea. Il suo ricordo, la sua passione ed amore per la professione rimarranno sempre vivi in noi”.

Aggiornamenti e notizie