Bari: nuovo arresto per rapinatore seriale di distributori

Autore Redazione Canale 7 | gio, 30 nov 2017 | 1418 viste | Cc-Bari-S.paolo Carabinieri Bari Cronaca

Notificato un secondo provvedimento cautelare allo stesso 21enne già arrestato per la rapina al distributore ESSO, questa volta responsabile di altre due rapine alla ERG.  


In mattinata, i Carabinieri della Compagnia San Paolo hanno dato esecuzione ad una misura cautelare emessa dalla locale Procura della Repubblica di Bari, a carico di B. P., 21enne già tratto in arresto dagli stessi militari per la rapina perpetrata la notte dell’8 ottobre scorso al distributore di carburanti “ESSO”, sito in Viale Europa del quartiere San Paolo.

L’odierno provvedimento scaturisce dalle indagini avviate ad ampio spettro dai Carabinieri in seguito alle rapine commesse ai distributori di carburante del quartiere San Paolo ed in particolare a quelle commesse il 29 e 31 ottobre 2017 al distributore “ERG”.

Il 31 ottobre u.s., un giovane giunto a piedi, col volto travisato ed armato di un bastone acuminato, rapinava i due dipendenti al momento al servizio di distribuzione carburante sulla piazzola. Nella circostanza il rapinatore si avventava sulla dipendente di sesso femminile, scaraventandola a terra e sottraendole la somma di 55.00 euro. Appropriatosi del denaro il giovane fuggiva attraversando di corsa la statale SS 16, noncurante dei veicoli in transito a forte velocità.

Il 29 ottobre precedente veniva perpetrata una rapina dallo stesso giovane che giungeva sempre a piedi e si impossessava di 285,00 euro. Sulla via di fuga il rapinatore, a piedi, correva per un breve tratto nella corsia centrale della statale SS 16, in direzione contraria al senso di marcia delle vetture. Oltre al grave reato commesso, la modalità di fuga del rapinatore metteva in serio pericolo l’incolumità degli utenti della strada e solo grazie alla reattività di conducenti delle prime vetture che lo hanno sfiorato non è stato causato un grave incidente stradale che avrebbe coinvolto numerosi automobilisti.

Le indagini che hanno portato all’emissione dell’odierno provvedimento restrittivo,  hanno preso le mosse dalla rapina del 31 ottobre, il cui responsabile era stato notato sulla via di fuga da una pattuglia di militari del Nucleo Operativo della Compagnia San Paolo che stava effettuando un servizio di prevenzione nei pressi del distributore “ERG”. La conoscenza delle modalità operative adottate da B.P. nell’occasione della rapina perpetrata alla “ESSO” il precedente  8 ottobre, unite all’analisi dei filmati estratti dal sistema di videosorveglianza, consentivano nella stessa serata di sottoporre ad una perquisizione il rapinatore e rinvenire, grazie ad un accurato sopralluogo sulla via di fuga, gli abiti utilizzati per la rapina.

Nel corso delle indagini e dei sopralluoghi effettuati sulla via di fuga, i militari rinvenivano fra i rovi degli abiti che, a seguito delle indagini, sono stati ricondotti a B.P. in quanto erano gli stessi da lui utilizzati nel corso della rapina commessa il 29 ottobre u.s, così come risultava immortalato da alcune immagini di un sistema di videosorveglianza posto sulla via di fuga.

Gli accertamenti dei Carabinieri continuano con lo scopo di individuare eventuali complici, nonché i responsabili delle altre rapine commesse.

Aggiornamenti e notizie