1° Maggio 2020 "speciale" per la Festa dei lavoratori

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 01 May 2020 | 399 viste | Primo-Maggio Sindacati Attualità

Oggi un primo maggio speciale. Per la festa dei lavoratori messaggi del Capo dello Stato Mattarella e premier Conte, sull’unità di intenti per superare le emergenze sanitaria ed economica.

E’ un primo maggio 2020, festa dei lavoratori diverso e speciale, con i riflettori accesi oltre che sull’emergenza sanitaria, anche su quella occupazionale che preoccupa tantissimo, secondo gli organizzatori i sindacati Cgil-Cisl-Uil. “ Il governo dia indicazioni ragionevoli e chiare su come combattere il virus, in modo che i cittadini ne comprendano il senso e si adeguino alle direttive, senza bisogno di metterli in riga”. Così si raccomanda al governo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel suo messaggio per la festa dei lavoratori. E sul primo maggio il Capo dello Stato manifesta la speranza che tra istituzioni e nelle istituzioni si instauri  un responsabile clima di leale collaborazione, di coordinamento sulle misure da adottare nella fase2. Evitando fughe in avanti e battaglie tra i governatori delle regioni e l’esecutivo centrale. Su Facebook il premier Giuseppe Conte dice che “ negli ultimi cinquanta giorni si sono dovuti mettere in campo sforzi pari a quelli di manovre di bilancio realizzabili in 2 o 3 anni. "Abbiamo lavorato al massimo per far ripartire a pieno regime il motore dello Stato- dice Conte – Continuiamo a lavorare su alcuni ritardi nelle somme da erogare e sulle difficoltà nella partita dei finanziamenti. Chiedo scusa a nome del Governo –dice sempre il premier in questa occasione della festa dei lavoratori- Vi assicuro che continueremo a pressare perché i pagamenti e i finanziamenti si completino al più presto” . Il presidente del Consiglio sottolinea che il mondo del lavoro è messo a dura prova e che tanti lavoratori vivono con ansia e preoccupazione questa emergenza, per le attività chiuse e le prospettive di lavoro a rischio. "Non farò finta di non sentire i vostri consigli, sollecitazioni, la rabbia e l’angoscia”,   conclude il premier che assicura tutto il suo impegno e del suo governo,  per dare il massimo del sostegno al futuro del mondo del lavoro in uscita dall’emergenza sanitaria e economica.

Aggiornamenti e notizie