Oggi 2 febbraio si celebra la Candelora, 40 giorni dal Natale

Autore Gianni Catucci | ven, 02 feb 2024 19:28 | 365 viste | Candelora Chiesa-Cattolica Rito Tradizione-Popolare Attualità

Nella tradizione popolare si traggono previsioni sull’uscita o meno dal rigore invernale.

Oggi 2 febbraio si celebra la Candelora. Siamo a 40 giorni dal Natale e la chiesa cattolica celebra la presentazione di Gesù al tempio, appunto 40 giorni dopo la sua nascita. Il nome Candelora deriva dal fatto che si benedicono le candele durante la liturgia odierna, simbolo di Cristo. Quel bambino è la luce della rivelazione e Cristo illumina le genti. Va anche detto che la candela che viene distribuita ai fedeli durante la liturgia sta a significare la “luce” che ognuno deve portare nella propria vita e tradizione vuole che venga appesa alle pareti domestiche insieme alle immagini di Gesù e della Madonna. Nella tradizione precristiana, per i celti era la festa di Imbolc, che segnava il risveglio della luce dopo il massimo momento di buio. Il 2 febbraio, che segue i cosiddetti ‘giorni della merla’, considerati i più freddi dell’anno, sempre secondo la tradizione, sarebbe un giorno premonitore della bella stagione del tempo che ci aspetta. Dalle condizioni meteo di questa giornata, secondo un proverbio popolare, si fanno previsioni sulla durata dell’inverno. “ Candelora dell’inverno semo fora”, ovvero il 2 febbraio l’inverno può considerarsi finito. Il proverbio, però, continua «Ma se piove e tira vento, dell’inverno semo dentro», se il tempo è brutto, l’inverno durerà un altro mese almeno.

Aggiornamenti e notizie