Regione: torna al suo posto l'assessore Giannini

Giannini torna nel  ruolo di assessore regionale ai Trasporti e Lavori Pubblici. Dopo la conclusione delle indagini che lo avevano indotto alle dimissioni nel luglio dello scorso anno. Il governatore Emiliano lo rimette al suo posto

Al consigliere regionale, Giovanni Giannini, del Partito Democratico, ieri il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha riassegnato ieri con decreto le deleghe di assessore ai Trasporti e ai Lavori Pubblici, Mobilità e Difesa del Suolo. Giannini torna in possesso delle deleghe assessorili, a seguito della pubblicazione del decreto di archiviazione delle indagini richiesto dal magistrato inquirente. Giannini era indagato in una inchiesta su presunte tangenti in cambio di appalti e si era dimesso il 12 luglio 2017.  "Con decreto del presidente – afferma la nota della Presidenza della giunta regionale - sono state anche assegnate inoltre  le deleghe alle Attività produttive, competitività, energia, ricerca industriale e innovazione al vicepresidente e assessore, Antonio Nunziante, che mantiene le precedenti deleghe". Giannini, ritornato al suo posto, ha ringraziato il presidente Emiliano per la fiducia dimostrata e il collega Nunziante, che nel frattempo ha coperto gli incarichi, ed ha sottolineato la soddisfazione per aver dimostrato la sua estraneità agli episodi giudiziari che gli erano stati mossi. “ Il rientro nella squadra di governo dell’assessore Gianni Giannini è sicuramente una buona notizia –hanno sottolineato i componenti del gruppo consiliare La Puglia con Emiliano, il presidente Paolo Pellegrino, l’assessore Alfonso Pisicchio e il consigliere Giuseppe Turco - La sua comprovata esperienza amministrativa e professionale darà sicuramente nuova linfa all’azione della giunta regionale in due settori strategici come i Lavori Pubblici e i Trasporti. A Giannini vanno quindi i nostri più sentiti auguri di buon lavoro”.

Aggiornamenti e notizie