In Puglia cresciute del 7% le ore di lavoro in agricoltura

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 26 Jan 2018 | 1130 viste | Coldiretti-Puglia Lavoro Agricoltura Economia Attualità

Il confortante dato è della Coldiretti regionale

In Puglia in 3 anni sono aumentate, secondo i dati contenuti nel ‘Libro bianco sul lavoro’ elaborato da Coldiretti regionale , del 7 % le giornate di lavoro, passate da 14,6 milioni del 2014 a 15,7 milioni del 2016, mentre il numero delle aziende assuntrici di manodopera è aumentato di 182 unità. “Ciò dimostra che – ha spiegato Romano Magrini, Responsabile Nazionale Lavoro e Relazioni Sindacali di Coldiretti - l’agricoltura nel Mezzogiorno è oggi capace di offrire prospettive di lavoro in un comparto strategico per l'economia del Paese. Questo buon dato emerge in uno scenario reso sfavorevole da crisi di mercato, accordi internazionali negativi, clima impazzito con bruschi cambiamenti delle condizioni meteorologiche. Gli operai agricoli hanno bisogno di lavoro certo, salari realmente e correttamente retribuiti a condizioni eque”. Coldiretti sta cercando di creare una stretta connessione tra il contratto nazionale e il contratto provinciale di riferimento “perché rispetto al passato – ha aggiunto Magrini - è cresciuto il peso del secondo livello di contrattazione proprio per tenere conto dei diversi contesti di mercato del Paese e dei costi della vita sensibilmente diversi da una provincia all'altra. In Italia, poi,  la tassazione sul lavoro stagionale è più alta di quella che esiste in Paesi come Francia e Spagna”. E’ cresciuto, tra l’altro, nel primo semestre del 2017, di un ulteriore 6,6% in Puglia il numero delle imprese agroalimentari under 35 sul totale delle aziende agricole, secondo i dati di Unioncamere, con 5544 giovani ‘innovatori’ che in agricoltura sono riusciti a rappresentare prospettive future e ne hanno fatto un mondo di pionieri, rivoluzionari e attivisti, alimentando una speranza rispetto ai tanti giovani costretti a cercare lavoro all’estero.


Aggiornamenti e notizie