Ex Ilva: Arcelor Mittal lascia. Sindacati " E' una bomba sociale"

Autore Redazione Canale 7 | lun, 04 nov 2019 | 131 viste | Ex-Ilva Arcelor-Mittal Siderurgia Sindacati Attualità

La decisione della multinazionale sta provocando grande allarme. Decimila posti di lavoro a rischio.

E’ deflagrata la vicenda Arcelor Mittal ex Ilva. Il gruppo franco- indiano con un proprio annuncio ha deciso di disdettare l'accordo con Ilva e con altri impianti italiani, dunque lasciando il campo e lasciando un settore in crisi, dove obiettivamente non si vedono soluzioni. 10mila posti di lavoro a rischio. I sindacati parlano di “bomba sociale”. Tra i primi commenti quelli del leader leghista Matteo Salvini, che attacca il governo. "Se il governo tasse, sbarchi e manette farà scappare anche i proprietari di Ilva, mettendo a rischio il lavoro di decine di migliaia di operai e il futuro industriale del Paese- dice il capo del carroccio- sarà un disastro, e le dimissioni sarebbero l'unica risposta possibile. La Lega chiede che Conte venga urgentemente a riferire in Parlamento”. Tutto in una lettera di Arcelor Mittal InvestCo Italy inviata ai Commissari straordinari di Ilva spa. Si tratta di una comunicazione di recesso dal contratto o risoluzione dello stesso per l'affitto e il successivo acquisto condizionato dei rami d'azienda di Ilva S.p.A. e di alcune sue controllate. La motivazione del disimpegno è il venir meno dello scudo penale per il piano ambientale, definitivamente soppresso col decreto legge Imprese. La multinazionale lamenta che in questa maniera è venuta meno anche la possibilità di allestire un piano industriale.

Aggiornamenti e notizie