Dal domani 1° ottobre via le mascherine ( ma restano in vigore nelle strutture sanitarie)

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 30 Sep 2022 11:59 | 248 viste | Covid Mascherine Sanità Attualità

Fine delle restrizioni da domani sabato 1° ottobre, niente più obbligo di mascherine, che però restano in vigore nelle strutture sanitarie.

 

Arriva lo stop alle mascherine. Saranno ancora necessarie nei luoghi di cura, ma non sui mezzi di trasporto, quali treni e autobus, facoltativo per quanto riguarda gli aerei. È questo l’orientamento del ministero della Salute per la fase di contrasto al Covid-19 da domani 1° ottobre.L’ordinanza è del ministro della Salute, Roberto Speranza. Le mascherine sono ancora necessarie per chi frequenta strutture sanitarie (ospedali e ambulatori), socio-sanitarie, residenze sanitarie assistenziali (Rsa), strutture di lungodegenza, hospice, strutture riabilitative, e residenze per anziani. Un plauso a questa decisione è venuta dalla Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica. La misura cautelativa si ritiene giustificata innanzi tutto per la protezione di coloro che frequentano gli stabilimenti ospedalieri e le Rsa. Qui gli operatori possono avere occasione di contagio e finirebbero dunque per mettere in crisi il sistema. L’epidemiologo Pier Luigi Lopalco afferma che “ dovrebbe essere un comportamento spontaneo, di buon senso e buona educazione”. Per l’epidemiologo Massimo Galli“ è il minimo del dovuto”. Intanto i contagi negli ultimi giorni mostrano numeri in crescita. Gli esperti l’attribuiscono alla piena ripresa lavorativa e alla riapertura delle scuole. Il monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe indica che i contagi sono cresciuti del 34% in una settimana, mentre solo del 4,5% i ricoveri nei reparti ordinari; in calo – sempre su base settimanale – i pazienti in terapia intensiva (-14,7%) e i morti (-8,1%). Dunque si è ancora in una fase favorevole. E in tutto questo c’è poi da dire che non decolla la campagna vaccinale per la quarta dose alla popolazione fragile e agli over60: fino a due giorni fa l’ha ricevuta solo il 17,17% della popolazione di riferimento.

Aggiornamenti e notizie