Coronavirus- Noci ( Ba): nuove limitazioni per le attività commerciali e attività motorie all’aperto

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 03 Apr 2020 | 2992 viste | Coronavirus Noci Ordinanze Attualità

Emesse due Ordinanze Sindacali: ecco i contenuti.

NOCI ( BA) - Con Ordinanza n. 33 del 02.04.2020, il Sindaco ha prorogato quanto disposto nelle Ordinanze n. 28 e n. 29 del 21 marzo 2020 fino alla data del 13 aprile 2020 incluso, con alcune modifiche.

In particolare:

             dal 3 aprile all’11 aprile 2020, nei giorni feriali è disposta la limitazione dell’orario di apertura di tutti gli esercizi commerciali al dettaglio, che ai sensi dei citati D.P.C.M. hanno titolo allo svolgimento delle attività, dalle ore 08.00 alle ore 19.00, fatta eccezione per gli esercizi di vendita al dettaglio di fitofarmaci e prodotti per l’agricoltura, i quali potranno anticipare l'apertura alle ore 06.00;

             nelle giornate festive del 5, 12 e 13 Aprile è disposta la chiusura di tutte le attività commerciali al dettaglio, che ai sensi dei citati D.P.C.M. hanno titolo allo svolgimento delle attività. È fatta eccezione per Farmacie e distributori di carburanti, che si atterrano agli orari e ai turni di apertura previsti per i giorni festivi nonché rivendite di quotidiani e periodici; per gli stessi giorni è disposta anche la sospensione della vendita al pubblico delle attività artigianali di produzione e vendita alimentari.

 

Si stabilisce che i gestori delle attività cui è concessa apertura devono mettere in atto tutte le azioni previste per garantire il mantenimento della distanza interpersonale ed il rispetto di tutte le prescrizioni stabilite per il contenimento del Contagio da COVID-19. È fatta salva la vendita con consegna a domicilio, nel rispetto delle vigenti disposizioni ad essa applicabili.

Restano altresì validi fino al 13 aprile incluso il divieto a svolgere ogni attività̀ ludica, ricreativa, sportiva o motoria all’aperto sul territorio comunale di Noci anche in forma individuale; la possibilità di spostamenti con l’animale da affezione, per le sue esigenze fisiologiche, entro il limite di 100 metri dalla propria abitazione; la possibilità riconosciuta di uscire per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare.

Tali disposizioni potrebbero essere ulteriormente prorogate in ragione dell’andamento dell’emergenza da contagio COVID-19 Coronavirus.

«Rinnovo l’invito forte a RESTARE A CASA – commenta il Sindaco Domenico Nisi. – Se molliamo adesso, tutti gli sforzi e il sacrificio fatto finora per contrastare il diffondersi del contagio da Coronavirus, saranno stati inutili. Credo che non sia giusto vanificare il percorso sinora fatto, e penso anche ai nostri concittadini in isolamento da settimane, affinché si possa tornare al più presto ad una situazione di normalità. Capisco che queste imposizioni sono difficilmente accettabili, perché vanno a modificare profondamente le nostre abitudini, ma vi prego di non mollare, di resistere ancora per un po’, per la sicurezza di tutti».

Aggiornamenti e notizie