Coronavirus Monopoli - Sindaco Annese : " Mi raccomando, non abbassate la guardia!"

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 01 May 2020 | 1061 viste | Coronavirus Monopoli Sindaco-Annese Attualità

Nel  post di ieri sera su Facebook del sindaco di Monopoli, Angelo Annese, raccomandazioni a tutti di non abbassare la guardia, perché nella seconda fase  dell’emergenza sanitaria,  le insidie del virus sono ancora più forti

E’ stato improntato sulla sicurezza e prudenza l’intervento social di ieri sera del sindaco di Monopoli, Angelo Annese,  per le piccole aperture della seconda fase dell’emergenza sanitaria. Annese fa esempi comportamentali coinvolgendo la sua famiglia, i suoi figli,  quando parla del perché vi è l’esigenza di tenere ancora chiusi alla fruizione le aree giochi per i più piccoli, non potendo essere assicurate le principali raccomandazioni in fatto di distanziamento sociale e sanificazione dei luoghi. “ Basta una minima distrazione e i contagio è possibile- ha scritto Annese-  perché il virus circola ancora velocemente”.  Il sindaco di Monopoli parla poi del servizio di asporto. “ E’ consentito l’ingresso nell’esercizio di un cliente alla volta, munito di  mascherina. All’uscita del primo cliente, potrà entrare il cliente successivo e così via”. Le aree adiacenti agli esercizi saranno sorvegliate”. Poi Annese spiega ancora una volta i motivi antiassembramento che lo hanno indotto a tenere chiuse piazze e giardini pubblici. “ Dopo aver appreso che ci saranno nuovi rientri da altre regioni- scrive Angelo Annese - considerato che gran parte dei contagi nella nostra Regione,  sono stati causati da contatti con soggetti provenienti dal nord, ho predisposto controlli alla stazione ferroviaria, alle fermate bus e, per quanto consentito, alle entrate della nostra città per monitorare al massimo gli ingressi a Monopoli” . Il sindaco di Monopoli dice di aver proposto al Presidente Emiliano di attivare, oltre agli obbligatori canali esistenti, una mail e un numero di cellulare per consentire a chi rientra in Puglia di inviare i propri dati anche attraverso l’uso della messaggistica istantanea WhatsApp e ricevere contestualmente una risposta automatica che servirebbe da autorizzazione all’ingresso in Puglia, dai caselli autostradali alle stazioni ferroviarie, agli aeroporti, alle fermate dei bus. Questo per rendere attivabile tempestivamente la quarantena obbligatoria per chi arriva da fuori regione. Infine il sindaco informa di aver chiesto alla Regione Puglia un sollecito per la riorganizzazione  urgente delle attività socio sanitarie e riabilitative nel rispetto delle disposizioni anti Covid 19, per i ragazzi diversamente abili.

Aggiornamenti e notizie