Conversano: maxi sequestro di prodotti contraffatti

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 12 Oct 2018 | 4506 viste | Sequestro-Prodotti-Novici Conversano Scuole-Elementari

Tre malfattori ricercati dalla Polizia Locale. Erano attivi davanti le scuole

“La vendita avverrà solo domani davanti alla tua scuola”. Ed anche il sequestro. E’ andata più o meno così per tre giovani campani, desiderosi di trasformare l’esterno delle scuole conversanesi (e qualche volta anche l’atrio…) in una sorta di centro commerciale ambulante, abusivo e tutto fuorchè legale. I fatti: a metà settimana desta curiosità tra bambini e genitori un volantino distribuito all’esterno di alcune scuole elementari conversanesi. Un volantino che annuncia come, l’indomani, la fatina avrebbe trasformato le foto in realtà, previo ovviamente il pagamento di corrispettivi. Si va dal libro dello spinosauro alla lavagna magica con gessetti e cancellino, dal maxi libro del corpo umano alla tavolozza degli acquerelli, dai piccoli mostri alla super bustina Football. “Tutto visto in tv”, recita il volantino. Prezzi accessibili, dai 2 ai 5 euro. Appuntamento all’indomani, davanti alla stessa scuola. Puntualmente, il giorno successivo, i maghi (ma solo del tarocco, tra poco vi spiegheremo perché), si presentano davanti alle scuole con gli oggetti elencati sul volantino. L’assembramento tra i maghi (del tarocco), ignari genitori e bambini all’esterno della scuola  provoca l’interesse della Polizia Locale ed in particolare degli agenti in servizio. Ovviamente, quando uno degli agenti si avvicina ad uno dei maghi (del tarocco), quest’ultimo non può produrre, come per magia, lo straccio di alcuna autorizzazione e decide di darsi alla fuga. Prontamente la Polizia Locale, guidata dal Comandante Vincenzo Teofilo, inizia le ricerche e scopre che i maghi (del tarocco) stavano operando in altre due scuole. Il risultato è che viene effettuato un maxi sequestro di prodotti potenzialmente pericolosissimi (circa mille), perché privi del marchio CE (Comunità europea) e soprattutto perché realizzati con materiale di dubbia provenienza. I libri, per esempio, erano stampati da fantomatiche case editrici,  mentre alcuni bidoncini di plastiline chimiche colorate erano pericolosamente polverizzati, e dunque., potenzialmente, estremamente nocivi per i bambini. I tre maghi (del tarocco) si sono polverizzati (anche loro) nel nulla. Avevano chiaro accento campano e sono ricercati dalla Polizia Locale.


Aggiornamenti e notizie