Brindisi: operazione di controllo del territorio dei Carabinieri

Autore Redazione Canale 7 | lun, 04 giu 2018 | 577 viste | Brindisi Carabinieri Cronaca

Controllate 22 persone sottoposte agli arresti domiciliari e a misure di prevenzione, controllati 61 automezzi e identificate 107 persone, di cui 5 di particolare interesse operativo. Eseguite 4 perquisizioni domiciliari e 2 personali. Segnalate 2 persone all'Autorità Amministrativa, quali assuntori di sostanze stupefacenti, e sequestrati 2,7 grammi di marijuana.

La particolare attività di prevenzione generale è stata svolta in ossequio alle disposizione impartite dal Prefetto di Brindisi, Dott. Valerio Valenti, il quale ha espressamente demandato alle Forze dell’ordine una specifica azione di più efficace contrasto alle varie forme di criminalità che interessano il capoluogo in risposta ai recenti episodi di recrudescenza criminale accaduti in città. Lo specifico impiego delle risorse sul campo viene attuato attraverso il Piano Coordinato di Controllo del Territorio (PCCT), che è un modulo di coordinamento finalizzato ad evitare duplicazioni o vuoti operativi nei servizi di pronto intervento e nei centri dove vi è la contestuale presenza delle due forze dell’ordine a competenza generale (ovvero Arma dei Carabinieri e Polizia di Stato), in questa provincia si applica solo a Brindisi. Quindi, la pianificazione delle attività non è basata sulla suddivisione degli obiettivi, ma sulla ripartizione delle aree di competenza  territoriale. Il modello si applica nelle città capoluogo di provincia che pertanto vengono suddivise in un numero di settori che,  in relazione alle caratteristiche socio ambientali  e della criminalità, consenta il controllo dell’intero territorio. I cardini del PCCT sono:

– l’assegnazione delle aree individuate alle due forze dell’ordine a competenza generale in modo proporzionale e la loro alternanza giornaliera  nelle stesse, nonché la totale responsabilità del controllo del territorio e del pronto intervento  di ciascuna forza nei settori di competenza; il continuo scambio informativo reciproco sugli eventi e sulle attività condotte per garantire una comune conoscenza delle diverse situazioni ambientali;

– l’esigenza di evadere con la massima celerità e professionalità le richieste dei cittadini, infatti l’operatore della centrale operativa deve allertare  tempestivamente l’organo competente sull’area interessata, comunicando nel contempo le informazioni utili eventualmente acquisite.

L’attività espletata nella giornata di ieri ha portato, al controllo di 22 persone sottoposte agli arresti domiciliari e a misure di prevenzione, nonché di automezzi, a bordo dei quali sono state identificate persone, di cui Sono state altresì eseguite personali. Segnalate persone all'Autorità Amministrativa, quali assuntori di sostanze stupefacenti, e sequestrati grammi di marijuana.

Il servizio è stato effettuato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi, anche con il supporto di pattuglie provenienti dalle altre Compagnie del Comprensorio (ovvero Fasano, Francavilla Fontana e San Vito dei Normanni) nei settori di competenza, ovvero nei quartieri Centro, Cappuccini, Santa Chiara, Commenda e Sant'Angelo fino alle 24 di ieri, mentre – a partire dalla mezzanotte – nei rioni Casale, Paradiso, Sant'Elia e Minnuta.

Attuate numerose verifiche preventive della circolazione stradale con posti di controllo ad “alta visibilità” e cinturazioni di aree sensibili, attraverso pattuglie mobili di zona a saturazione di settore. Il tutto orientato alla prevenzione e repressione dei reati e degli illeciti in genere, al fine di assicurare un elevato target di sicurezza a tutela dei cittadini.

Nel corso del servizio, inoltre, i militari hanno segnalato All'autorità Amministrativa, quali assuntori di sostanze stupefacenti:

di San Donaci, trovato in possesso di 1,5 grammi di marijuana, occultata nella tasca della giacca;

di Torchiarolo, trovato in possesso di 1,2 grammi di marijuana, occultata in un pacchetto di sigarette posto nel marsupio.

Lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Aggiornamenti e notizie