Bari: blitz interforze su pesce senza tracciabilità e in cattivo stato di conservazione

Autore Redazione Canale 7 | mar, 23 lug 2019 | 561 viste | Bari Polizia-Locale Forze-Dell'ordine Sequestri Pesce Cronaca

Sequestri e multe per 33mila euro al molo San Nicola.

Questa mattina martedì 23 luglio a Bari sono stati sequestrati 300 chili di prodotti ittici, avviati dalla distruzione,  e  ancora 400 bevande, 2 bilance, numerose attrezzature e frigoriferi utilizzati per la vendita e la loro somministrazione diretta. 17 i verbali amministrativi elevati, per un totale di 33mila euro. Cinque soggetti sono stati identificati sul posto, mentre all’arrivo delle Forze di Polizia tre persone si sono dileguate,  per la cui identificazione sono in corso accertamenti grazie all’ausilio del sistema di videosorveglianza. E' il bilancio dell'operazione anti-abusivismo portata a termine questa mattina sul molo San Nicola. L’intervento, coordinato dalla Questura, ha visto impegnate per i controlli squadre della Polizia Locale, della Capitaneria di Porto, della Asl/Sian con il supporto delle Forze di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Sono state contestate una serie di gravi violazioni compiute da alcuni operatori, quali la vendita di prodotti ittici senza tracciabilità o conservati senza le corrette procedure di refrigerazione. È stato anche scoperto del pescato messo a bagno in una zona di mare interdetta per ragioni igieniche. Sono stati, inoltre, rinvenuti una serie di banconi frigo presenti sul posto contenenti merce varia conservata in stato non idoneo. Si è riscontrato anche l’utilizzo di acqua di mare prelevata dal vicino specchio d’acqua portuale per trattare impropriamente parte dei prodotti ittici successivamente posti in vendita.

Aggiornamenti e notizie