Savelletri: ecco i primi frutti delle indagini sull'attentato ai danni di De Mario

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 07 Dec 2022 18:48 | 597 viste | Attentato Incendio Guardia-Costiera Vito-Domenico-De-Mario Fasano Savelletri Cronaca

Alla base del gesto ci sarebbe l’attività posta in essere dai militari della Guardia Costiera di Savelletri contro la vendita abusiva di prodotti ittici.

Un sopralluogo è stato eseguito questo pomeriggio per verificare quanto accaduto e per esprimere la vicinanza al comandante dell’ufficio locale marittimo della Guardia Costiera di Savelletri Vito Domenico De Mario, al quale nel corso della notte scorsa è stata incendiata l’auto – una Nissan Micra – che era parcheggiata all’interno del recinto del locale comando alla periferia della frazione marinara fasanese. Presenti il contrammiraglio Vincenzo Leone, Direttore Marittimo e Comandante Regionale della Guardia Costiera della Puglia e della Basilicata Ionica, il capitano di vascello Fabrizio Coke, comandante della Capitaneria di Porto e della Guardia Costiera di Brindisi, il capitano Massimo Cicala, comandante della compagnia Carabinieri di Fasano, e il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria. La sensazione è che, probabilmente a breve, le indagini, avviate immediatamente dai Carabinieri della compagnia di Fasano, potrebbero dare i loro frutti. Almeno stando ad interpretare le dichiarazioni rilasciate al termine dell’incontro svoltosi a porte chiuse presso gli uffici della Guardia Costiera di Savelletri dal contrammiraglio Leone e dal sindaco Zaccaria. Infatti un sospettato è stato prelevato dalla propria abitazione di Pozzo Faceto e portato in caserma per essere interrogato. Alla base del gesto ci sarebbe l’attività posta in essere dai militari della Guardia Costiera di Savelletri contro la vendita abusiva di prodotti ittici. La notte scorsa, una volta scoppiato l’incendio, l’allarme è scattato quasi immediatamente, considerato che proprio al piano superiore degli uffici alloggia il comandante con la sua famiglia. Sul posto sono giunte pattuglie dei Carabinieri della compagnia di Fasano e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Ostuni che hanno spento le fiamme. L’auto è andata completamente distrutta e il fuoco ha danneggiato e annerito una parete della struttura.

Aggiornamenti e notizie