Un nuovo tipo di laser per trattare le patologie della prostata al Di Venere

Autore Redazione Canale 7 | mer, 24 apr 2024 10:56 | 295 viste | Bari Asl-Bari Ospedale-Di-Venere Uoc-Urologia Nuovo-Laser Patologie-Prostata Salute

E’ il primo dispositivo di questo genere ad essere impiegato in una struttura sanitaria pubblica in Puglia.

L’unità operativa di Urologia dell’Ospedale Di Venere di Bari potrà contare su un una nuova strumentazione laser ad alta potenza impiegata per trattare le patologie della prostata, la calcolosi urinaria e alcune neoplasie a basso rischio. Si tratta del laser chirurgico ad olmio da 150 watt da oggi a disposizione dell’equipe medica diretta dal dottor Vito Ricapito. E’ il primo dispositivo di questo genere ad essere impiegato in una struttura sanitaria pubblica in Puglia e, grazie, alla sua piattaforma laser multi-applicativa, è in grado di fornire una efficace risposta terapeutica a diverse problematiche molto diffuse come la calcolosi urinaria, l’ipertrofia prostatica benigna e le neoplasie dell’alta via urinaria. 

Il nuovo dispositivo consente al chirurgo di polverizzare calcoli di 6 millimetri in un tempo che oscilla fra i 20 secondi e i 6 minuti, a differenza del passato in cui l’operazione durava almeno 20 minuti, e permette così di eseguire trattamenti sempre meno invasivi, sicuri, con un minor tasso di complicanze post-operatorie, oltre ad avere, come vantaggio per i pazienti, la possibilità di affrontare meno giorni di degenza in ospedale e un più rapido ritorno alle regolari attività quotidiane. Uno dei campi di maggiore impiego del laser è quello delle patologie della prostata: tale tecnica è particolarmente indicata per trattare la ipertrofia prostatica benigna. Rappresenta una metodica affermata e affidabile: la sua efficacia e sicurezza è stata ormai dimostrata, così come la durabilità dei suoi risultati. Nel corso del 2023 sono stati 1020 gli interventi eseguiti dalla unità operativa complessa di Urologia.

Aggiornamenti e notizie