Due donne delle istituzioni in giunta: il governatore Emiliano spera di ricucire con M5S

Autore Redazione Canale 7 | mer, 17 apr 2024 18:38 | 265 viste | Regione-Puglia Giunta Michele-Emiliano Ipotesi-Rimpasto Politica

Le ipotesi sono: Antonella Bellomo e Anna Maria Tosto.  

Lunga riunione della maggioranza ieri alla Regione, dopo la tempesta scatenatasi in seguito alle 4 inchieste che hanno colpito il centrosinistra pugliese. Lunga e in parte infruttuosa, perché il vertice è stato interlocutorio: non si sa come procedere per la sostituzione degli assessori che si sono dimessi. Tuttavia il governatore Michele Emiliano vede il bicchiere mezzo pieno. Soprattutto perché ha ottenuto dai suoi consiglieri l’impegno a riaprire le porte della maggioranza ai 5 Stelle che ne sono usciti, lasciando le deleghe e tutti gli altri incarichi istituzionali: «La maggioranza - dice Emiliano - è compatta e intende perseguire lo scopo di favorire il dialogo tra Pd e M5S, nonostante questo momento elettorale». Una fase, si capisce, di frizioni dovute anche alle imminenti elezioni europee. Il centrosinistra, continua Emiliano, «ritiene di poter accogliere le richieste provenienti dal Pd di un netto cambio di fase» (era la richiesta di Elly Schlein). In questo senso il governatore annuncia che saranno individuate «altissime figure» da inserire in giunta. Ma non vi è traccia, né nel comunicato e neppure nella discussione, di chi possano essere e come individuarli. È stato accolto il suggerimento avanzato nei giorni scorsi dai 5 Stelle di «sottoscrivere un patto operativo che rafforzi i presidi di legalità». L’idea è di costituire un nucleo ispettivo, al pari di quello che agisce per le vicende sanitarie, che vigili su «ogni atto e ogni notizia suscettibile di accertamento di irregolarità». Nel corso della riunione è tornata la questione di introdurre nella giunta un ex magistrato (o figura analoga) per meglio rappresentare all’esterno i miglior intendimenti in materia di trasparenza e legalità. Lo si potrà fare solo se si sostituisse uno dei due citati assessori esterni. Nelle scorse ore Emiliano ha provato a sondare la disponibilità di tre figure che sono già presenti nella cerchia regionale: l’ex prefetta Antonella Bellomo (a capo del Nirs, il nucleo ispettivo sulle vicende sanitarie); l’ex Procuratrice generale Anna Maria Tosto (presidente di Apulia film commission); l’ex generale della Guardia di Finanza Salvatore Refolo (commissario dell’agenzia Asset). Nessuno dei tre, per ora, sembra aver offerto la propria disponibiltà.(A.S.)

Aggiornamenti e notizie