Picchia due anziani per futili motivi: arrestato 33enne monopolitano

Autore Alfonso Spagnulo | ven, 10 nov 2023 07:20 | 3385 viste | Monopoli Arresto Carabinieri Castellana-Grotte

L’uomo credeva gli avessero ucciso il cane ma l’animale era solo scappato

CASTELLANA GROTTE - I carabinieri della stazione di Castellana Grotte hanno arrestato il 33enne R. L., di Monopoli, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo si è reso responsabile di aver picchiato due anziani coniugi confinanti con la sua abitazione nelle campagne di Castellana Grotte. Dalle poche notizie trapelate, pare che il 33enne fosse convinto che i due anziani, marito e moglie, lui di 82anni e lei di 78, avessero maltrattato il suo cane o l'avessero addirittura soppresso. Così l'uomo, accecato dalla rabbia, ha prima inveito contro i due anziani ma poi ha mostrato un'arma non bene identificata, pare un coltello, senza utilizzarla per fortuna. Non avendo avuto risposta dagli anziani sul meticcio scomparso ha iniziato a picchiare selvaggiamente i due anziani coniugi, colpendo l'uomo 82enne con una pietra sul viso. Le grida hanno attratto l'attenzione di altri vicini che subito hanno allertato le forze dell'ordine e il 118. I sanitari, arrivati sul posto, hanno subito soccorso i due malcapitati nonnini stabilizzandoli nelle ambulanze ma poi vista la gravità delle ferite e contusioni li hanno trasportati in codice rosso al Policlinico di Bari. L'aggressore è stato rintracciato dai militari dell’Arma della stazione castellanese nelle vicinanze della sua abitazione e lo hanno condotto in caserma. Accusato di lesioni personali aggravate dopo gli accertamenti di rito è stato arrestato e posto ai domiciliari. Ironia della sorte si è poi scoperto che il cane dell’aggressore non era stato né maltrattato né soppresso ma si era soltanto allontanato. L’anziana è stata dimessa poi dimessa dall’ospedale con una prognosi di 20 giorni mentre suo marito, che ha cercato in tutti i modi di difenderla, ne avrà per 50 giorni.

Aggiornamenti e notizie