A San Giuseppe festa e accensione dei falò

Autore Gianni Catucci | lun, 20 mar 2023 17:41 | 640 viste | San-Giuseppe Falò Tradizione Monopoli Fasano Sammichele Gioia-Del-Colle Attualità

Iniziative a Monopoli, Sammichele, Gioia del Colle e Fasano.

19 marzo tradizionale accensioni dei Falò di San Giuseppe. A Monopoli “ Festa dei Falò e Fuochi nei Chiassi e Sfizi Antichi” a cura dell’Assessorato al Turismo in sinergia con l’Associazione Operatori Centro Storico, Pro Loco “Perla di Puglia”, OTM (Operatori Turistici Monopoli) e Associazione San Marco. Dalle 19 c’è stata l’accensione di 14 falò per le vie del centro storico, serata allietata da spettacoli musicali allocati nelle varie piazze e piazzette del borgo antico, spettacoli itineranti con sbandieratori, tamburi, giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, serpenti e animazione per bambini. Oltre ai falò nel centro storico ne sono stati accesi altri, nei pressi delle chiese di San Francesco da Paola, Sacro Cuore e Sant’Antonio. Qui grande falò in collaborazione con la maestria dei realizzatori delle celeberrime fanove di Castellana Grotte. A Monopoli c’è stata per le vie del centro storico la processione in onore di San Giuseppe, a cura dell’omonima confraternita, con la partecipazione di autorità. A Sammichele di Bari si è celebrato il Rito dei Falò di San Giuseppe, più correttamente “ le Fanòve  Giuseppe”. Sin dal passato si tiene una gara tra chi porta il cosidetto zippo più grande per realizzare il falò più grande, con il materiale ottenuto dall’accumulo di rami ricavati dalle potature dei campi. Il tutto sia di buon auspicio e gratitudine al santo per un proficuo raccolto. E intorno ai fuochi le immancabili e dolcissime zeppole, vino, taralli, frutta e ogni altro ben di Dio. Passiamo a Gioia del Colle dove ieri si è rinnovata la tradizione dei Falò di San Giuseppe. Sono in totale cinque e collocati in varie zone della città. “ Riportare la tradizione nel nostro paese, è da sempre stato uno dei nostri obiettivi” dicono gli organizzatori. della nostra associazione. A Fasano l’antica tradizione del 19 marzo è coincisa con il ritorno alla normalità dopo la pandemia. Anche a Fasano il falò di San Giuseppe affonda le radici nella più autentica tradizione contadina. Il rituale del fuoco rappresenta occasione di aggregazione sociale, per scaldarsi e illuminare la notte, assumendo un significato di rigenerazione che annuncia la fine dell’inverno e l’arrivo della primavera. E’ stata anche una serata di beneficenza in Largo San Giovanni Battista con stand enogastronomici e animazione musicale a cura del gruppo folk «U Panaridd». L’intero raccolto della serata viene devoluto in beneficenza a favore della dispensa alimentare che garantisce mensilmente supporto a circa 400 famiglie nel territorio comunale.Un servizio nel telegiornale.

 

 

 

 

 

 

 

Aggiornamenti e notizie