Coldiretti su siccità: in Puglia perso un terzo delle produzioni agricole:

Autore Redazione Canale 7 | lun, 09 gen 2023 12:13 | 440 viste | Coldiretti Puglia Siccità Agricoltura Economia Attualità

Per carenza d'acqua e costi di produzione alle stelle, un'impresa su dieci è costretta a chiusura.

Coldiretti commenta positivamente il riconoscimento dello stato di calamità da parte del Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare. Tra clima 'impazzito' e aumento dei costi il 30% delle imprese in negativo. In Puglia un terzo delle produzioni in agricoltura è andato perso a causa della siccità. Il riconoscimento dello stato di calamità per parte del 2022, è relativo al periodo dal 1° gennaio al 30 settembre 2022. La perdita di produzione va "da oltre il 50% delle olive al 35% della frutta e della verdura, del grano, delle foraggere per l’alimentazione del bestiame, del miele, con gravi danni anche sugli allevamenti di cozze e ostriche. La siccità grave e perdurante,  ha costretto gli agricoltori all’irrigazione di soccorso con costi altissimi per il caro gasolio,  per tirare l’acqua dai pozzi e rifornirsi di acqua con le autobotti, anche per abbeverare gli animali nelle stalle, con i pozzi artesiani  che stanno franando, mentre altri pozzi a falda superficiale, stanno scomparendo, si stanno prosciugando. Il drammatico risultato è che più di 1 impresa agricola su 10 (11%) è in una situazione così critica da portare alla cessazione dell’attività, ma ben circa 1/3 del totale (30%) si trova comunque costretta in questo momento a lavorare in una condizione di reddito negativo per effetto dell’aumento dei costi di produzione. Tra l’altro, la Puglia è la regione d’Italia dove piove meno con 641,5 millimetri annui medi.  Per risparmiare l’acqua, aumentare la capacità di irrigazione e incrementare la disponibilità di cibo per le famiglie Coldiretti ha elaborato e proposto per tempo un progetto concreto immediatamente cantierabile nel Recovery plan, un intervento strutturale reso necessario dai cambiamenti climatici, caratterizzati dall’alternarsi di precipitazioni violente a lunghi periodi di assenza di acqua, lungo tutto il territorio nazionale.

Aggiornamenti e notizie