Presentato il report pugliese 2022 dei “Comuni Ricicloni” di Legambiente

Autore Gianni Catucci | Tue, 29 Nov 2022 11:28 | 245 viste | Bari Legambiente Puglia Comuni-Rcicloni-2022 Rifiuti Ambiente Ecologia Attualità

Poggiorsini, Bitritto, Volturino, Avetrana, Montemesola, Monteparano e Fragagnano i comuni più virtuosi. Per la speciale menzione "Teniamoli d’Occhio" Monopoli e Locorotondo.

Nell’ambito della manifestazione 'Comuni Ricicloni' di Legambiente, report pugliese 2022, sono due i comuni della provincia di Bari che hanno ottenuto il premio 'Rifiuti free': Poggiorsini e Bitritto. Lo stesso titolo è stato ottenuto anche dai comuni di Volturino, Avetrana, Montemesola, Monteparano e Fragagnano. Il rapporto di Legambiente mostra la situazione regionale sulla gestione sostenibile dei rifiuti e premia le performance delle amministrazioni locali. Il report è stato presentato a Bari nell'ambito dell'Ecoforum pugliese 'I cantieri dell'Economia Circolare' e si è svolto ad un anno dall’approvazione del nuovo Piano Regionale dei Rifiuti. In Puglia la media percentuale regionale di raccolta differenziata nel 2021 era stabile al 56,5%, mentre nei primi mesi del 2022 si è attestata al 60,04%.  Aspetto negativo per la Puglia restano i capoluoghi di Provincia. Nel 2021 Trani (76,5%) è il Capoluogo di Provincia più Riciclone, a seguire Barletta (69,3%),  65% la città di Lecce, Andria 60%, Brindisi è fissa a 47,6%, Bari 38,3%, Foggia 28,2%. Magia nera Taranto che chiude la classifica con il 25%. Venti comuni hanno meritato la 'Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio'. Si tratta di realtà comunali che anche se non hanno raggiunto l’obiettivo dei 75 kg/anno/abitante di secco residuo, si sono mantenuti sotto la soglia dei 100 Kg/anno/abitante. Tra questi si è confermato il Comune di Locorotondo. Nei Comuni sopra i 15mila abitanti nella classifica “Teniamo d’occhio” ci sono in ordine Castellaneta , Rutigliano,  Noicattaro, Monopoli (con il 77%), quindi Trani. Sono, invece, ben 41 i Comuni indifferenti, ovvero che nel 2021 non hanno effettuato alcuna registrazione sul Portale dell’Osservatorio Regione Rifiuti Puglia o i dati erano imparziali o non corretti: nel Barese Corato e Grumo Appula.

Aggiornamenti e notizie