Vaccini: ddl ministra Grillo per superare decreto Lorenzin

Autore Redazione Canale 7 | Tue, 11 Sep 2018 | 3147 viste | Vaccini Ministra-Grillo Decreto-Lorenzin Salute Regione-Puglia Comune-Di-Noci

Ministra  Grillo annuncia una nuova normativa per superare i limiti del decreto Lorenzin.

Un disegno di legge per superare i limiti dell'impostazione del decreto Lorenzin è stato depositato in Parlamento. Ad annunciarlo, in un lungo post sui social network, è il ministro della Salute Giulia Grillo. In esso si parla espressamente della materia vaccini. "Per noi è importante la salute di tutti i cittadini, a partire dai più fragili - dice il ministro Grillo - per questo promuoveremo una legge quadro in materia di vaccini,  moderna e in linea con i principi dettati dall'Oms. Una legge che supera la situazione emergenziale del decreto Lorenzin e si fonda sui principi di informazione ed educazione alle vaccinazioni, in tutte le età, non limitandosi alla coercizione". Il ministro Grillo ricorda inoltre che il Ministero della Sanità ha attivato un tavolo di esperti indipendenti, chiamato a redigere il nuovo Piano Nazionale di prevenzione vaccinale, che metterà insieme tutti i dati sulle vaccinazioni.  E’ in dubbio che una certa incertezza e disorientamento regni tra tanti  genitori, per quanto riguarda i passaggi legislativi su obblighi, o meno, tra auto e certificazioni da presentare per consentire ai piccoli scolari per l’inizio dell’anno scolastico.  La Puglia, rispetto ad altre realtà regionali,  ha l’anagrafe vaccinale. I genitori pugliesi hanno solo l’obbligo di un’autocertificazione. Successivamente le scuole inoltreranno le dichiarazioni delle famiglie alle Asl. Queste procederanno poi alle opportune verifiche e restituiranno i dati alle scuole rispetto a quanto dichiarato con autocertificazioni. Se queste  ultime dovessero dimostrarsi false, si incapperebbe anche in conseguenze penali. Per quanto riguarda le realtà locali, a Noci nel barese, lo scorso 5 settembre l’amministrazione comunale, ha diramato un proprio comunicato in cui sulla materia vaccinale si richiama la cittadinanza al senso di responsabilità. “ A tale riguardo si concorda nel ritenere assolutamente necessarie le vaccinazioni- si legge nel documento comunale -  a tutela di ciascun minore. Nel ribadire l’obbligatorietà delle vaccinazioni sembra doveroso richiamare tutti al senso di responsabilità in un caso di grande rilevanza sociale. Non si tratta di una questione di scelta o di libertà personale, ma di un problema di convivenza civile. È fondamentale ribadire che la libertà personale – conclude il comunicato - deve trovare e riconoscere il suo limite naturale nel rispetto dei diritti e della libertà di tutti gli altri membri della comunità” . 


Aggiornamenti e notizie