Telerilevamento ambientale: se n'è parlato ieri sera a Perchè?

Autore Redazione Canale 7 | Sat, 09 Apr 2022 12:04 | 226 viste | Perchè M5Stelle Telerilevamento Ambiente Attualità

Da remoto la promotrice del convegno senatrice Patty L'Abbate, in studio la consigliera comunale di Monopoli, Giulia Cazzorla. A Roma presente il sindaco Angelo Annese.

“ Telerilevamento applicato a vari contesti di salvaguardia e monitoraggio ambientale”. E’ il tema di un convegno che si è svolto a Roma, promosso dalla senatrice Patty L'Abbate, capogruppo M5s in commissione ambiente e componente del comitato di transizione ecologica. L’iniziativa si è avvalsa della collaborazione scientifica del Prof. Bruno Notarnicola dell'Università degli Studi Aldo Moro di Bari. E’ stato questo il tema della puntata di Perché?, ospite da remoto la senatrice Patty L’Abbate e in studio  Giulia Sonia Cazzorla, consigliera comunale pentastellata di Monopoli, da tempo attiva sul fronte della necessità di provvedere a monitoraggi approfonditi sul territorio monopolitano. Nell’incontro romano, ha detto la senatrice L’Abbate, sono state esaminate “ alcune delle più recenti tecnologie di telerilevamento, frutto delle attività di ricerca scientifica in materia di monitoraggio tramite satelliti, aeromobili e droni. In particolare questi ultimi applicati al monitoraggio degli inquinanti aerodispersi su differenti tipologie di scenari”. Ma bisogna fare meglio e di più hanno detto sia la parlamentare e sia la consigliera Cazzorla, quest’ultima specie su quanto finora è stato fatto a Monopoli, dove sono attivi da tempo comitati cittadini a tutela della situazione ambientale, alla luce delle segnalazioni di miasmi e cattivi odori. Ma anche sulla situazione del sottosuolo e per quanto riguarda il censimento di eventuali situazioni impattanti nell’area industriale monopolitana.  Al convegno ha preso parte il sindaco di Monopoli Angelo Annese, che ha relazionato sulla situazione in città, quello che è stato fatto e quello che s’intende fare, in accordo con gli organi di controllo istituzionali, come Arpa e Ares. “ Al momento è tutto sotto controllo, è quello che ci dicono i dati ufficiali  – ha detto Annese- ma siamo pronti ad approfondire e prendere le opportune contro misure, se si dovessero presentare situazioni negative”.    

Aggiornamenti e notizie