Sindaco Annese: " Esercizi commerciali alzano i prezzi? Controlleremo"

Autore Redazione Canale 7 | Sun, 15 Mar 2020 | 2842 viste | Coronavirus Monopoli Sindaco-Annese Attualità

Il primo cittadino di Monopoli come ogni sera tiene il contatto Facebook. Parla del conversanese positivo transitato dal S. Giacomo, di un paventato caro prezzi in alcuni esercizi, di donazioni di sangue e di cittadini che non intendono rinunciare alle passeggiate. Il suo plauso agli operatori ecologici.  

" In questa domenica sera del weekend più casalingo di sempre, eccoci qui a fare il punto della situazione.

Il paziente di cui vi ho parlato questa mattina è un signore di Conversano che è giunto al Pronto Soccorso accompagnato da sua moglie. L’accettazione come tutto il resto è avvenuto in totale sicurezza, all’esito del tampone il paziente è stato trasferito a Taranto.

Mi segnalano poi che alcune attività commerciali stanno aumentando i prezzi.

Questo non deve succedere e in collaborazione con la Guardia di Finanza e le altre forze dell’ordine continueremo con i controlli.

Mi hanno segnalato anche la presenza di famiglie con bambini in giro a piedi. Forse non è chiaro, dovete rimanere a casa. Non fate bene ai vostri figli se li portate fuori, sono protetti solo tra le mura di casa.

In questo clima di paura, oltre al mio solito appello di restare a casa, oggi vi vorrei sensibilizzare sulla necessità di donazione del sangue.

Per evitare code o assembramenti, l’avis monopoli mi ha comunicato che è possibile prenotare la vostra donazione o attraverso la pagina Facebook Avis Monopoli oppure telefonando al n. 327 5367507.

Non facciamo mai mancare il nostro sostegno, specie in questo periodo particolare.

Questa sera voglio rivolgere il mio ringraziamento a tutti gli operatori ecologici della nostra città. A voi ragazzi, eroi sempre sul campo, va il mio grande grazie perché, seppur con la paura sul volto, siete lì a garantire il servizio a tutti noi!

Ed ora vi lascio con una riflessione che voglio condividere con tutti voi.

Secondo me domani mattina sarà dura, sarà dura non tornare alle nostre abitudini, sarà dura continuare a rimanere a casa.

Quindi il mio invito stasera è ancora più forte.

Quella che ci aspetta potrebbe essere una settimana difficile, che ci proverà per tanti aspetti.

Ognuno nel suo piccolo, dalle proprie case, faccia quello che può: rimanga a casa e sensibilizzi tutti quelli che conosce a fare lo stesso.

È l’unica strada possibile, è l’unica strada per farcela.

Ve lo dico davvero, non è terrorismo psicologico, purtroppo è la verità.

 

Aggiornamenti e notizie