Progetto Solemare: presentato oggi a Monopoli

Autore Antonella Leoci | Fri, 07 Apr 2017 | 2591 viste | Solemare Area-P1 Monopoli

Presentata venerdì mattina a Monopoli, nella sala consiliare di Palazzo di Città, la proposta progettuale per la zona d’ambito P1 del Pug di Monopoli.

Presentata venerdì mattina a Monopoli, nella sala consiliare di Palazzo di Città, la proposta progettuale per la zona d’ambito P1 del Pug di Monopoli. Convocati gli operatori della Cantieristica, i Consorzi di Categoria, gli Operatori dei Servizi Portuali, le Cooperative della Pesca, la Lega Navale Italiana e il Circolo Canottieri Pro Monopoli per la presentazione esposta dall’architetto spagnolo Oriol Capdevila che, insieme a Palma Librato e Domenico Tinelli, ha redatto il progetto per conto della società Solemare.


«Nei giorni scorsi si è chiusa la fase di preistruttoria tecnica da parte del dirigente A.O. IV – Urbanistica Ing. Amedeo D’Onghia e successivamente prevediamo la possibilità di uno scambio sul da farsi con gli operatori in tale area. Va da sé che si tratta di un progetto che mira al risanamento e alla riqualificazione dell’area e che sia fondamentale la massima partecipazione» ha detto il sindaco, Emilio Romani.


L'idea è quella di ridar vita all'area portuale creando spazi di aggregazione e di vita urbana. «
Il progetto è guidato dal tentativo di giungere ad un compromesso tra le esigenze del porto e quelle della città. In pratica si sono cercati i reciproci vantaggi fra le istanze portuali e urbane mettendo in gioco la previsione o la realizzazione di infrastrutture di comune interesse, o ancora prevedendo un waterfront aperto alla città ma in grado di accogliere quei servizi portuali che non hanno necessità di un rapporto diretto con le banchine e i piazzali operativi. Il tutto non dimenticando le problematiche della “sostenibilità paesaggisticoambientale dellintervento». Così si legge nella relazione illustrativa dell’ambizioso progetto.


Si giunge dunque ad un nuovo step della realizzazione di un progetto che tanto ha fatto discutere e destinata a farlo ancora. Molti infatti sono avversi emersi nel corso degli ultimi due anni in merito alla liceità delle realizzazioni previste.

 

Aggiornamenti e notizie