Monopoli: in tempo di emergenza sanitaria utilissimo il servizio "Nucleo Fragilità"

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 18 Mar 2020 12:16 | 1779 viste | Monopoli Servizi-Sociali Nucleo-Fragilità Attualità

Il servizio di contatto del “nucleo fragilità” dei Servizi Sociali di Monopoli, molto attivo in questi giorni di emergenza Coronavirus.

Tra le iniziative poste in essere dall’Assessorato ai Servizi Sociali di Monopoli in tempo di emergenza sanitaria Covid- 19, c’è quello delle chiamate servizio “nucleo fragilità” a cura della cooperativa sociale Itaca con la supervisione del Servizio Sociale Professionale del Comune di Monopoli. “ Da lunedì 9 marzo si è  attivato questo servizio costituito da operatori sociali- dice l’Assessore Ilaria Morga - per garantire supporto alle persone, fornendo informazioni puntuali sui servizi utili in questo momento di emergenza sanitaria.  (tel. 329 8406890, tutti i giorni, dalle ore 7 alle ore 20).  Riceviamo circa 70 chiamate al giorno”. A chiamare sono cittadini monopolitani di età diversificata , sottolinea l’assessore. Dai più anziani chiamano a fronte della solitudine, del panico che questa brutta vicenda ha prodotto. Il contatto telefonico ha proprio questo obiettivo: ascoltare e supportare, dunque, le persone sole. C’è anche la richiesta di avere farmaci e alimenti a domicilio. Rispetto a quest’ultima esigenza, come andare dal medico e il ritiro delle ricette, c’è la collaborazione della sezione monopolitana della Croce Rossa Italiana. “ I più giovani, invece, - dice l’assessore Morga - chiamano per lo più per evidenziare la difficoltà nel reperire per esempio mascherine di protezione”. Per i residenti in campagna è richiesto il servizio a domicilio per medicinali e generi alimentari. Numerose anche le chiamate ricevute da negozianti alimentari e farmacisti che hanno richiesto di essere aggiunti nella lista per poter effettuare il servizio a domicilio. Prontamente sono stati inseriti e la lista può essere quotidianamente aggiornata. Peraltro, puntualizza l’assessore Morga, alcune di loro si stanno adoperando, alcuni lo sono già, per utilizzo del pos  senza fili per evitare l ‘utilizzo del denaro in contante e per poter aprire il servizio anche a  chi ha la carta del reddito di cittadinanza.  “ In questi giorni ci stiamo rendendo conto- dice sempre l’assessore Morga -  della necessità di dirottare gli utenti verso attività commerciali piu’ piccole ( piccoli Market) per esempio, per le consegne nel centro storico.

Aggiornamenti e notizie