Monopoli in Azione contro l'esercizio selettivo della burocrazia

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 08 Jun 2022 18:20 | 374 viste | Monopoli-In-Azione

La sezione locale porta l'esempio del sequestro dei monopattini e del Piano Casa. Le norme siano applicate con lo stesso metro per tutti

 Comunicato - La burocrazia ed il suo esercizio selettivo.

 Capita che una città come Monopoli veda crescere per tanti le opportunità di business. Non si contano infatti le case vacanza, i B&B, i ristoranti e i bar che ad ogni stagione prendono corpo sul nostro territorio.

 In questo ambito, di recente una società romana ha introdotto in città il servizio dei monopattini elettrici, ben noto a chi frequenta città più grandi ed importanti, utilissimo per spostarsi con grande elasticità all’interno del territorio. 

 Ebbene, non è passata una settimana che i mezzi sono stati addirittura sequestrati e la società multata, dal solerte Comando della Polizia Locale. 

 A Monopoli capita anche che lo sviluppo edilizio segua ormai una dinamica del tutto avulsa dalla crescita demografica, e che i progetti di nuove edificazioni siano ormai tanti da assicurare una crescita esponenziale della cementificazione.

 Incombe in particolare sulla nostra città lo scempio del c.d. “Piano casa”, che da strumento emergenziale di recupero delle volumetrie in disuso in assenza di strumenti urbanistici di pianificazione, pare possa diventare a Monopoli una integrazione evidentemente illegittima dell’attuale PUG, quest’ultimo tuttora ben lungi dall’aver esaurito le volumetrie in esso previste.

 Cosa c’entrano tra loro i monopattini e il piano casa?

 Ebbene si tratta in entrambi i casi di esercizio selettivo della burocrazia. 

 Le norme vengono infatti per un verso applicate alla lettera per bloccare sul nascere anche con sdegno l’avvio di un servizio sicuramente ecologico a beneficio del traffico nella nostra città e, dall’altro, le stesse norme sono dilatate a dismisura tanto da consentire a pochi di realizzare enormi opere urbanistiche in assenza di qualsivoglia pianificazione.

 Monopoli in Azione, sia chiaro, è e sarà sempre per la legalità. La legalità va però applicata con l’intelligenza e con l’obiettivo dello sviluppo armonico della comunità. Se i monopattini sono fuori legge perchè manca una delibera, che si chiami l’azienda chiedendo di pazientare e spiegando cosa devono fare per regolarizzare l’attività. 

 Per il piano casa riteniamo invece necessario adottare una strumentazione urbanistica adeguata, che parta dalla tutela del paesaggio prima che dalla distribuzione di cubature, e che sia rispettosa delle imprese che hanno già investito nelle aree PUG. L’esercizio selettivo della burocrazia altera infatti le regole del gioco, avvantaggiando alcuni a danno di altri. 

 Monopoli in Azione è per la libertà di impresa, in un campo di regole chiare e valide per tutti: rispetto dell’ambiente, rispetto della comunità, ambizione di modernità.

 

Aggiornamenti e notizie