Mitili di dubbia provenienza sequestrati a Monopoli

Autore Redazione Canale 7 | mer, 06 set 2017 | 895 viste | Mitili Sequestro Guardia-Costiera Monopoli

L'operazione condotta dai militari della Guardia Costiera che hanno effettuato controlli sulla filiera ittica

MONOPOLI - Alle prime luci dell’alba di oggi, personale della Guardia Costiera ha portato a termine un’operazione di polizia marittima finalizzata alla repressione di possibili frodi in commercio di prodotti ittici. Durante l’attività di controllo condotta presso alcuni grossisti di Monopoli, si è proceduto al sequestro di 2,5 tonnellate circa di cozze nere, in quanto sprovviste di documentazione idonea ad attestarne con certezza la provenienza, in conformità alle prescrizioni stabilite dalla vincolante normativa in materia.


Oltre all’ingente sequestro dei mitili, il personale della Guardia Costiera, che ha operato grazie al coordinamento del 6° Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Bari, ha comminato al titolare dell’attività le sanzioni pecuniarie previste, che prevedono importi sino a 4500 euro e che, in taluni casi, possono condurre all’emanazione di provvedimenti di chiusura temporanea dello stesso esercizio commerciale. Vigilare sul rispetto delle norme inerenti la tracciabilità, rintracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici, significa evitare l’immissione sui mercati regionali e locali di prodotti ittici di dubbia provenienza, non sottoposti a controllo sanitario, e nel caso dei mitili a stabulazione, e costituenti per questo motivo un potenziale rischio per la salute dei consumatori.


Oggi i prodotti ittici devono essere immessi sul mercato dando certezza della provenienza in tutte le fasi dell’intera filiera, dalla cattura o raccolta, alla trasformazione e distribuzione sul mercato. Ricordiamo che operazioni come quella odierna costituiscono una delle principali attività di polizia marittima svolte dalla Guardia Costiera quale organo di vigilanza del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, con l’impiego di personale appositamente specializzato.

Aggiornamenti e notizie