Messa in sicurezza dell’ex discarica di contrada Caramanna

Autore Gianni Catucci | mar, 07 nov 2017 | 578 viste | Monopoli Discarica-Caramanna Amministrazione-Comunale Assessore-Annese Attualità


La Giunta Comunale ha candidato il Comune di Monopoli ad un finanziamento regionale

( Da comunicato) - Con delibera n. 161 del 2 novembre 2017, su proposta dell’Assessore ai Lavori Pubblici di Monopoli, Angelo Annese, la Giunta Comunale ha deliberato di candidare il Comune di Monopoli al bando pubblico del Por Puglia 2014-2020 su “Interventi per la bonifica di aree inquinate” per l’intervento di “Messa in sicurezza di emergenza della ex discarica comunale in contrada "Caramanna" mediante la rimozione della sorgente della contaminazione” per un importo complessivo di € 2.380.000. L’esecutivo ha anche approvato lo studio di fattibilità. La situazione ambientale del sito rende necessari gli interventi finalizzati al risanamento del corpo rifiuti, si legge in un comunicato dell’amministrazione comunale, in ordine alla riduzione degli impatti sull’ambiente circostante riconducibili al non perfetto isolamento dell’ammasso esistente rispetto alle componenti ambientali limitrofe (suolo, sottosuolo, falda, ecc.). La scelta della soluzione da adottare deve tener conto del processo di valutazione dei benefici ambientali e della sostenibilità dei costi delle diverse tecniche applicabili, anche in relazione alla destinazione d’uso del sito. Gli interventi di bonifica e/o messa in sicurezza permanente devono assicurare il raggiungimento degli obiettivi previsti col minor impatto ambientale e la maggiore efficacia, in termini di accettabilità del rischio di eventuali concentrazioni residue nelle matrici ambientali e di protezione dell'ambiente e della salute pubblica. I lavori di rimozione dei rifiuti si articoleranno nelle seguenti fasi: preparazione area di bonifica; raccolta, trasporto e smaltimento di percolato; caratterizzazione chimico-fisica e merceologica; scavo e movimentazione dei rifiuti; trattamento e recupero dei rifiuti stabilizzati su impianto di vagliatura e selezione delle frazioni; smaltimento in discarica di rifiuti speciali; interventi di caratterizzazione finale; sistemazione finale dell’area.


Aggiornamenti e notizie