Maltempo: prosegue l'allerta per ulteriori 30 ore

Autore Gianni Catucci | ven, 23 mar 2018 | 756 viste | Meteo Regione-Puglia Protezione-Civile Allerta

In Puglia neve anche a bassa quota . Prosegue per altre30 ore l’allerta maltempo sulla nostra regione da parte della Protezione Civile pugliese.


Il maltempo sulla Puglia, caratterizzato soprattutto da piogge e temparali, forte vento e mare agitato, neve nelle aree collinari, ma anche al di sotto dei 400 metri, ha vissuto ieri una fase acuta. Ma secondo le previsioni, con l’allerta gialla della Protezione Civile regionale, si profilano avverse condizioni meteo dalle 13 di oggi e per le successive 30 ore, per rischio idrogeologico per temporali, vento e neve su tutta la Puglia. In particolare si prevedono precipitazioni da sparse anche a carattere di rovescio o temporale sulla Puglia centrosettentrionale, e da isolate a sparse sul resto del territorio. Nevicate al di sopra dei 4-600metri con apporti al suolo, recita sempre il comunicato della Protezione Civile, da deboli a moderati nelle zone interne della Puglia centrosettentrionale specie nella parte occidentale dove la quota neve potrà essere più bassa durante i rovesci. Venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali, specie sulle coste. Come detto nelle ultime ore la neve si è affacciata sull’alta e bassa Murgia, anche a quote relativamente basse. Disagi notevoli in altura nel foggiano, dove alcuni  sindaci hanno decretato un'ordinanza di chiusura delle scuole. Da ieri i collegamenti via mare con le Isole Tremiti sono interrotti. Intoppi ai collegamenti ferroviari si sono determinati tra Puglia e Basilicata. E’ nevicato ad Acquaviva, Gioia del Colle, cui si riferiscono queste immagini, quindi Cassano, Putignano ed in altri centri del barese. A Santeramo in Colle, le scuole sono rimaste chiuse oggi.  Per la neve  e il gelo, quindi formazione di ghiaccio,  che determinano notevoli pericoli per la circolazione stradale, anche se le strade di collegamento extraurbano da Santeramo e per i paesi limitrofi, risultano essere attualmente percorribili, ma sono attivi spalaneve e mezzi spargisale. Insomma una partenza col gelo per la primavera 2018, del cui noto tepore per ora non se ne parla.

 

 


Aggiornamenti e notizie