La Polizia aiuta venti famiglie bisognose a Monopoli: Ilaria Morga ringrazia il Dirigente Pedrotti

Autore Alfonso Spagnulo | Mon, 13 Apr 2020 15:04 | 4117 viste | Monopoli Ilaria-Morga Marcello-Pedrotti Polizia Aiuto Servizi-Sociali

L'assessore ai servizi sociali ha reso noto quanto fatto dagli agenti e ha voluto ringraziare di persona per il bel gesto

MONOPOLI - In questi giorni di Festività Pasquali nonostante le molte incertezze date dalla complessa situazione che stiamo vivendo, l’impegno dell’Assessorato dei Servizi Sociali del Comune di Monopoli non è mai venuto meno. Anzi, le iniziative di sostegno a tutto tondo si sono ampliate in tutti i campi possibili a favore delle donne, dei minori e degli anziani e con i buoni spesi in favore di quelle famiglie che stanno vivendo oggettivi momenti di difficoltà. L’istituzione del nucleo di fragilità ha permesso di individuare, in assoluta trasparenza, le necessità delle persone socialmente “vulnerabili” e per primi, i servizi sociali monopolitani, hanno organizzato, per le stesse fasce deboli, la consegna della spesa e dei farmaci a domicilio. Tantissime le iniziative di soggetti privati che hanno voluto donare ai più deboli un momento di felicità, con gesti concreti di aiuto e, ogni volta, l’assessore Ilaria Morga ha voluto essere presente e rivolgersi con gratitudine verso queste persone o enti, indirizzando i doni a chi ha le necessità più concrete fra i monopolitani. La cabina di regia del nucleo di fragilità ha permesso di non di disperdere nessun aiuto, nessun regalo. Ma oggi, giorno di Pasquetta, la stessa Morga ha voluto segnalare una iniziativa che è giunta presso alcune case di Monopoli, «davvero come una carezza, una dolce carezza» ha tenuto a sottolineare la stessa amministratrice che ha anche ribadito come «dietro la divisa si nasconde un grande cuore». La divisa a cui fa riferimento la Morga è quella degli agenti del locale Commissariato resisi protagonisti di un atto davvero molto generoso. I poliziotti, infatti, il Sabato di Pasqua, partendo dal Commissariato di Pubblica Sicurezza, dopo aver raccolto con i loro risparmi personali una cifra importante hanno espresso all’assessore Morga di volerli indirizzare verso altre famiglie bisognose, che magari non erano stati ancora raggiunti da aiuti di alcun tipo. «Con le loro volanti azzurre – ha sottolineato l’assessore Morga -, le “pantere” della Polizia, dopo aver avuto gli indirizzi da raggiungere, questa volta non hanno fatto inseguimenti e corse folli dietro ladri di autovetture. Oppure per soccorrere una donna in difficoltà. Questa volta non correvano neppure per soccorrere qualcuno ad un incidente stradale o per una lite in famiglia, per una rissa o per i mille interventi, che quotidianamente con assoluta abnegazione, giorno e notte, in città o nelle nostre bellissime contrade li spinge a rischiare ogni giorno la loro vita per tutelare la pubblica incolumità. No. Questa volta non correvano così forte, ma con il loro cuore pieno di gioia hanno consegnato casa per casa ai cittadini bisognosi tanti pacchi di generi alimentari di prima necessità, acquistati da loro stessi, senza gravare, quindi, neppure sull’organizzazione delle associazioni di volontariato o della protezione civile, regalando “vicinanza” e sorrisi, tanti sorrisi. Ci hanno spiegato dal Commissariato che con questo gesto simbolico, volevano trasmettere fiducia a tutta la comunità monopolitana. Si sono commossi nel dirci che volevano assolutamente porgere un segnale di ringraziamento a quei cittadini che li avevano sostenuti i primi giorni dell’emergenza: quelli più difficili per le forze dell’ordine impiegate con tutte le loro energie, giorno e notte, a gestire la situazione di emergenza che si stava affrontando per la prima volta con modalità così complesse. Con passione e vera dedizione al servizio ci hanno raccontato che quei piccoli gesti hanno dato loro  tanto coraggio: ci hanno ricordato di quelle pizze offerte da due ragazzini, le mascherine offerte da chi le costruisce nel proprio laboratorio o dai commercianti o dai privati e professionisti locali. Quei piccoli grandi gesti hanno fatto sentire ai “nostri poliziotti” il sostegno della città nei primi momenti di difficoltà, facendoli sentire amati e parte fondamentale e pienamente integrata nella comunità stessa. E’ servito a dare loro altre energie, altre motivazioni eccezionali per continuare con spirito di sacrificio, con il loro dovere. Il tutto con rischi concreti nel lavorare per strada, ma fondamentale per continuare con quel dialogo necessario, con tutti, per far comprendere che solo con il momentaneo distanziamento sociale possiamo sconfiggere il virus: una attività fondamentale per alleggerire il lavoro dei sanitari e per spezzare la catena del contagio, in una totale sinergia con l’Amministrazione Comunale e comunque con il ruolo di coordinamento delle altre forze di polizia sul territorio che si stanno adoperando instancabilmente». Per questo, e semplicemente per questo, l’assessore Ilaria Morga ha assolutamente voluto incontrare questa mattina il Dirigente del Commissariato Marcello Pedrotti, per ringraziare il capo dei “nostri poliziotti”.  Il dirigente era in piazza per via dei controlli ed è proprio per strada che l’assessore ha voluto portare il suo saluto di ringraziamento. «Poche parole – conclude la Morga -, uno scambio di battute, ma davvero anche noi con il cuore volevamo fare i nostri  Auguri e porgere il nostro ringraziamento per i doni che hanno fatto e per tutto quello che stanno facendo per la nostra comunità. »Questo ringraziamento doveva giungere assolutamente di persona a queste donne e uomini in divisa, per far comprendere loro la sincera gratitudine della città di Monopoli per il loro operato». «Le belle azioni si fanno ma non si dicono – ha invece dichiarato il Dirigente Marcello Pedrotti ringraziando l’assessore Morga per le belle parole spese e per aver ricordato quanto accaduto -. Noi lo abbiamo fatto con il cuore. Quando un mio collaboratore ha lanciato l’iniziativa tutti i colleghi del Commissariato vi hanno aderito e grazie all’aiuto e alla collaborazione fornitoci dall’assessorato ai servizi sociali abbiamo raggiunto venti famiglie a cui abbiao consegnato beni di prima necessità. E’ un modo di fare ancora più squadra, a noi piace così. Lo abbiamo fatto e continueremo a farlo»

 

Aggiornamenti e notizie