La Bolkestein non va applicata alle imprese balneari

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 29 Aug 2018 | 786 viste | Direttiva-Bolkestein Balneari Protesta Attualità

Domenica scorsa 26 agosto in tutt' Italia una giornata di mobilitazione del settore.

Domenica scorsa 26 agosto si è svolta la prima "Giornata nazionale dei Balneari Italiani” in circa 7 mila stabilimenti balneari su tutto il territorio nazionale. Obiettivo della manifestazione, organizzata dal S.I.B. - Sindacato Italiano Balneari aderente alla FIPE/Confcommercio, sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sulla necessità di dare certezze agli operatori del settore in merito alla applicazione o meno della Direttiva europea Bolkestein.  Operatori per lo più a conduzione familiare, che nel corso spesso di decenni hanno investito grandi risorse nella gestione delle litoranee, e che con l’applicazione della Bolkestein, vedrebbero a rischio dar continuità  certa all’attività, con conseguenti rischi per l’occupazione. Ricordiamo che questa direttiva europea da anni ha messo in apprensione il mondo del commercio ambulante e che in una situazione controversa ha visto coinvolto anche quello delle imprese balneari. Peraltro qualche tempo fa era stato lo stesso autore della direttiva, Frederik Bolkenstein, 85enne economista olandese, a dire che la normativa non dovrebbe applicarsi alle spiagge, perché le concessioni balneari non sono servizi ma beni. Quindi la direttiva sulla libera circolazione dei servizi non va applicata agli stabilimenti balneari”. In Puglia la protesta pacifica dei lidi ha raccolto l'adesione di centinaia di operatori. “ La questione Bolkestein sarà fra le nostre priorità a settembre, alla ripresa dei lavori parlamentari – ha dichiarato il sen. Dario Damiani di Forza Italia, che ha aderito alla manifestazione svolta a Margherita di Savoia nel foggiano - E' tempo che Governo e Parlamento- ha sottolineato- diano risposte serie e definitive alle migliaia di piccoli imprenditori che vivono ormai da anni nell'incertezza, dopo aver investito tanto in servizi di qualità che hanno reso il nostro Paese, e in particolare la nostra regione Puglia, in eccellenze turistiche”.

Aggiornamenti e notizie