Green pass nelle scuole: i presidi dicono no ai tamponi gratuiti per docenti no vax

Autore Redazione Canale 7 | Mon, 16 Aug 2021 12:08 | 733 viste | Green-Pass Scuole Dirgenti-Scolastici

La mancata esibizione del ceriticato verde costerà una sanzione pecuniaria e sarà equiparata ad una assenza ingiustificata sul posto di lavoro

Continuano i colloqui tra sindacati e ministero dell’istruzione in merito al protocollo per la ripartenza della scuola in presenza. Tra le parti al momento bisogna limare ancora alcune distanze. Una di queste riguarda da vicino i dirigenti scolastici. Al momento il protocollo non è stato firmato dall’ANP poiché contraria ai tamponi gratis per i prof senza vaccino. Sul tema tuttavia il ministero ha precisato che nel protocollo "non è previsto, né si è mai pensato di prevedere, un meccanismo di gratuità del tampone ai cosiddetti no vax". Anzi viene confermata Una sanzione dai 400 ai 1000 euro al personale scolastico che sarà sprovvisto del certificato verde. Confermata una corsia preferenziale per il personale che deve ancora vaccinarsi, in ottica di una accelerazione della campagna vaccinale. L’obbligo del green pass per il personale scolastico è previsto dal 1 settembre al 31 dicembre. Ai Presidi spetterà il controllo del certificato. La mancata esibizione andrà a incidere "sul rapporto di lavoro" perché sarà equiparata ad una "assenza ingiustificata" a cui si aggiungerà una "sanzione pecuniaria". Chi non può vaccinarsi per motivi di salute, invece, dovrà mostrare "una certificazione di esenzione dalla vaccinazione". Secondo il decreto chi non è in regola col green pass, a decorrere dal quinto giorno di assenza il rapporto è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento.

 

Aggiornamenti e notizie