Gesto estremo a Mola di Bari: muore 27enne

Autore Redazione Canale 7 | gio, 08 giu 2017 | 12014 viste | Suicidio Mola-Di-Bari Morte Treni

L'episodio non sarebbe riconducibile ad alcun caso di 'Blue Whale', il gioco online che istiga al suicidio

MOLA DI BARI - Un gesto estremo, probabilmente preparato nei dettagli. Niente a che vedere con il “Blue Whale”, lo stupido gioco online che istiga al suicidio. O almeno così riferiscono fonti investigative. La morte della 27enne ragazza di Mola che ha deciso, nel primo pomeriggio di ieri (mercoledì 7 giugno), di gettarsi sotto l’Intercity Bologna-Lecce è da ricondurre, probabilmente, ad un malessere esistenziale. Tutto, forse, scritto in quella lettera venuta fuori dalla borsa della stessa giovane al momento della tragedia. I foglietti sono stati raccolti e fotografati dalla scientifica accorsa sul posto per i rilievi di rito. La molese era stata notata ieri in stazione. Testimoni affermano che si era allontanata lungo la banchina d’attesa dopo aver salutato dei conoscenti.


Nessuno poteva immaginare che da lì a poco la donna si sarebbe lanciata sui binari in concomitanza con il passaggio dell’Intercity che viaggiava a velocità elevata dato che non doveva fermarsi alla Stazione di Mola. L’urto ha lacerato il corpo della ragazza. Sotto shock i presenti che hanno avuto la forza di lanciare l’allarme. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri e il 118 ma i sanitari non hanno potuto che constatare il decesso. Arduo il compito di ricomporre il corpo della ragazza, come detto dilaniato dal treno. L’area interna della stazione ferroviaria è stata interdetta fino a quando non sono stati effettuati tutti i rilievi e il magistrato non ha autorizzato la rimozione della salma. Per ore il traffico sulla tratta Bari-Lecce è rimasto bloccato con notevoli disagi per i viaggiatori. Dopo di che è stato permesso il transito solo su di un binario e solo a tarda sera la situazione si è normalizzata.

Aggiornamenti e notizie