"GESTIONE RIFIUTI? TROPPE STRANEZZE"

Autore Domenico Dicarlo | Fri, 23 Mar 2018 | 989 viste | Attivisti-5-Stelle-Conversano Rifiuti Conversano-Prima-Nella-Raccolta-Rifiuti-Pro-Capite

Conversano prima in quanto a produzione rifiuti pro-capite. I Cinque Stelle non ci stanno e attaccano la vecchia amministrazione

La nota stampa degli Attivisti 5 stelle Conversano

Se proviamo a pensare a una eredità lasciata a Conversano da Giuseppe Lovascio e dal suo vice, Carlo Gungolo, dopo 10 anni di amministrazione scellerata, di sicuro ci vengono in mente due parole: rifiuti e TARI.

Infatti, l’unico grande primato raggiunto nella nostra Città è quello, molto strano e ingiustificato, del quantitativo di rifiuti prodotti: a Conversano, sia nel 2016 che nel 2017, il quantitativo prodotto per persona è stato il più alto di tutta la provincia. Questo si ripercuote direttamente sui costi della TARI per tutti i cittadini: maggiore è il quantitativo di rifiuti e più alto è il costo della tassa rifiuti.

A maggio del 2017, abbiamo evidenziato questo incomprensibile primato per il 2016 e, preoccupati, abbiamo reso pubblica questa assurda situazione, la abbiamo comunicata alla amministrazione Lovascio, ma senza avere nessuna risposta e senza che sia stato adottato nessun provvedimento in merito.

A quasi un anno dalla nostra prima analisi dei dati della Regione Puglia, purtroppo, dobbiamo constatare che, anche per l’anno 2017, noi conversanesi manteniamo il triste primato di produttori di rifiuti, addirittura con una quantità anche maggiore: 54,61 kg per persona al mese.

Se confrontiamo questo dato con il quantitativo di Putignano (27,87 kg per persona al mese), che è quasi la metà, a parità di abitanti e con condizioni molto simili, è ovvio ipotizzare che a Conversano c’è qualcosa di non regolare.

Non crediamo assolutamente che questo quantitativo eccessivo corrisponda alla realtà dei fatti, piuttosto possiamo ipotizzare che ci sia qualche stranezza nel quantificare il peso dei rifiuti prodotti dai cittadini di Conversano. Nessuno fino a ora si è preoccupato di controllare o verificare cosa accade.

Nel dicembre del 2017, abbiamo segnalato questa anormalità anche alla Commissaria Rosa Padovano, da allora l’unico fatto positivo che abbiamo notato è stato una drastico calo del quantitativo prodotto nel solo mese di febbraio 2018. Speriamo sia un buon segno e che nei prossimi mesi sia confermata questa riduzione.

Di certo, se saremo alla guida di questa Città, dopo maggio 2018, dovremo necessariamente capire l’origine di questa inspiegabile anomalia e dovremo adottare gli opportuni controlli sia sulla azienda che raccoglie i rifiuti che sull’impianto in c.da Martucci, dove vengono pesati e smaltiti i nostri rifiuti indifferenziati. Queste operazioni saranno prioritarie perché vogliamo tutelare gli interessi dei cittadini e vogliamo alleggerire le loro bollette della TARI.

Nel frattempo nessuno, negli ultimi anni, si è preoccupato di tutelare gli interessi dei conversanesi su questo fronte, nessuno, né nell’amministrazione e nemmeno nell’opposizione, si è accorto del problema, nessuno ha cercato una soluzione al problema dopo che lo abbiamo evidenziato, nessuno si è mosso per far effettuare dei seri controlli.

Noi Attivisti 5 Stelle di Conversano, da normali cittadini, abbiamo scoperto e messo in evidenza numerose stranezze, al limite della illegalità, negli ultimi 5 anni di amministrazione. Se ci darete la possibilità di guidare Conversano, con la nostra candidata Sindaca e i nostri consiglieri, potremo davvero mettere ordine nell’amministrazione e negli appalti conversanesi e, finalmente, potremo porre in atto provvedimenti e azioni strettamente necessari per tutelare seriamente gli interessi di noi cittadini e per rendere la nostra Città un luogo migliore.

Aggiornamenti e notizie