Dal 24 gennaio la Puglia diventa zona gialla

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 21 Jan 2022 17:01 | 3286 viste | Puglia Zona-Gialla Cambio-Colore Roberto-Speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza che fa cambiare colore, oltre che alla nostra Regione, anche ad Abruzzo, Friuli-Venezia GIulia, Piemonte e Sicilia. Vediamo cosa di può e non si può fare in zona gialla. 

ROMA - La Puglia sarà in zona gialla da lunedì 24 gennaio: il verdetto, rimandato la scorsa settimana per un'inezia, è stato ufficializzato dall'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Con la Puglia in zona gialla finirà anche la Sardegna, per via dello sforamento dei parametri del 10% di occupazione delle terapie intensive, del 15% in area medica e di 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti. Nell'ordinanza di Speranza c'è anche l'ufficialità del passaggio di Abruzzo, Friuli-Venezia GIulia, Piemonte e Sicilia in zona arancione. Nel Le differenze nelle restrizioni riguardano soprattutto coloro che non hanno il Super Green Pass.  Con il passaggio dalla zona bianca alla zona gialla torna l'obbligo della mascherina all'aperto e reintrodotto il limite di persone al tavolo di 4. Non solo, c’è riduzione anche in luoghi come cinema, teatri e sale da concerto dove la capienza si abbassa al 50% con un numero di spettatori che può superare i 1.000 per gli spettacoli al chiuso e soli 2.500 spettatori in caso di spettacoli all’aperto. Nessuna variazione anche per gli spostamenti. Nessun limite, infatti, ai viaggi, nessuna chiusura di bar, ristoranti e attività commerciali. È dunque il possesso o meno del Super Green Pass a determinare cosa si può fare e cosa no in zona gialla: chi è vaccinato o guarito dal Covid potrà accedere a ristoranti, bar, cinema e teatri, che resteranno invece preclusi per chi ha il Green Pass "base" con tampone. Anche per utilizzare i mezzi pubblici servirà il Super Green Pass. Il Green Pass base invece serve per accedere ai luoghi di lavoro, utilizzare il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. Per gli spostamenti tra Regioni con mezzi propri, invece, non è necessario avere la certificazione verde.


Aggiornamenti e notizie