Coronavirus Monopoli - Sindaco Annese: " Deceduta la donna che era ricoverata a Putignano"

Autore Redazione Canale 7 | Sat, 28 Mar 2020 20:03 | 3191 viste | Coronavirus Monopoli Sindaco-Annese Attualità

Il primo cittadino dichiara la falsità di una tabella che indica Monopoli in fascia di contagi tra 21 e 50. E ribadisce sono " quattro". 

“ Buonasera a tutti miei cari concittadini,

Scusate il ritardo, seguivo la diretta di Conte, ha parlato del nuovo Dpcm e a prima vista mi sembra che la palla sia passata a noi Sindaci, tanto per cambiare aggiungo.

Mi riservo di leggerne i contenuti per commentarli domani.

Purtroppo anche questa sera mi ritrovo a darvi una brutta notizia.

Oggi piangiamo nella nostra città la seconda vittima di questo maledetto coronavirus.

La signora ricoverata alla clinica di Putignano e poi trasferita al Miulli, purtroppo non ce l’ha fatta.

A tutta la sua famiglia vanno le mie e le nostre condoglianze.

Da stamattina gira una immagine di una tabella dalla quale si evince che Monopoli rientra nella fascia dai 21 ai 50 casi di soggetti positivi al covid.

Questa tabella è assolutamente "FALSA".

Vi confermo quanto detto ieri, i casi a Monopoli sono al momento in totale 4: una signora è ricoverata al policlinico e l’altra invece è in cura a casa.

Sono in attesa di ricevere notizia dell’esito di una serie di tamponi effettuati e spero che siano tutti negativi.

Domani la maggior parte dei supermercati saranno chiusi per libera scelta dei direttori.

Io questa scelta la condivido sia per dare un po’ di sollievo a tutti quelli che lavorano e sia per togliere la “scusa” ai cittadini di uscire.

Mi hanno segnalato da questa mattina più gente del solito in giro. Non vi nascondo che quando ho visto il sole appena sveglio mi sono preoccupato perché purtroppo (o per fortuna) noi “gente di mare” siamo abituati bene.

Ho chiesto alle forze dell’ordine ancora maggiori controlli perché dove non arriva il buon senso, dobbiamo usare il pugno duro.

Vi chiedo di essere perseveranti nel rispetto delle regole, noi dobbiamo uscire da questa situazione prima dell’arrivo dell’estate perché voglio pensare che l’estate la vivremo A MODO NOSTRO!

Tra le tante domande che mi ponete, una di queste è stata quella di una mamma di un bambino autistico.

Lei mi diceva che per il suo bambino uscire non è solo un piacere ma è proprio una esigenza di salute e mi ha chiesto se potesse fargli fare un giro ogni tanto.

Non ho avuto alcun dubbio...ho subito risposto che per me l’esigenza del suo bambino è sia necessità che un problema di salute.

Vorrei stasera dire a tutti voi genitori di bimbi speciali o di bimbi che vivono una situazione problematica che io vi sono vicino.

Posso solo immaginare lo sforzo che state facendo e a voi va davvero il mio abbraccio più forte.

Adesso vi lascio, stasera non cucino io, faccio l’aiutante di Loredana!!!

L’appuntamento è a domani,

alle 17:00 ci vediamo per una diretta!

 

Aggiornamenti e notizie