Coronavirus Monopoli - Il sindaco Annese arrabbiato e deluso per le troppe persone in giro

Autore Redazione Canale 7 | Mon, 30 Mar 2020 | 2677 viste | Coronavirus Monopoli Sindaco-Annese Attualità

Si sfoga il sindaco Angelo Annese sul suo profilo Facebook nel suo punto quotidiano con i concittadini. 

“ Buonasera a tutti.

Oggi sono deluso e arrabbiato.

Questa mattina sono stato al Comando di Polizia Locale per mettere giù le prime bozze per la gestione delle somme che ci saranno date dal governo a sostegno e mi sono reso conto che, a parte le serrande abbassate che mi fanno una tristezza assurda, l’afflusso della gente in giro sembrava quello di un normale lunedì mattina.

Ed allora mi chiedo:

che cosa non è chiaro?

Che cosa non sono riuscito a comunicare?

Non avete compreso la facilità di contagio del coronavirus?

Non avete compreso la situazione dei nostri ospedali?

Non è chiaro che se ci ammaliamo tutti insieme dovranno scegliere se curare noi o i nostri genitori?

Quale parte non è particolarmente chiara?

Scusate per i toni ma non riuscivo a non dirlo.

Veniamo agli aggiornamenti.

In riferimento ai due casi di ieri:

il soggetto più giovane contagiato alla clinica a Putignano è stato dimesso e si trova presso la sua abitazione.

I soggetti entrati in contatto con lui, in totale 4, sono stati tutti messi in quarantena obbligatoria.

Il secondo caso invece riguarda una signora che è ancora ricoverata presso la clinica ed è asintomatica.

Nessuno dei parenti è in quarantena in quanto le visite alla clinica erano vietate da tempo.

La signora ricoverata al policlinico è in una situazione stabile. Il decorso per lei sarà un po’ più lungo perché ha necessità di un supporto per la respirazione ma sono certo che la pazienza e la sua volontà l’aiuteranno nel lento processo di guarigione.

La signora che è in cura a casa invece sta meglio.

A tutti va come sempre il nostro augurio.

Oggi una coltre di fumo nero si è sviluppata nella zona nord della nostra città.

Purtroppo mi hanno comunicato che c’è stato un piccolo incendio in una azienda che è stato subito arrestato.

In tanti mi avete scritto chiedendomi indicazioni sulle somme che saranno stanziate dal governo.

Stiamo lavorando in sinergia con i comuni dei paesi limitrofi per mettere a punto i criteri per la distribuzione di queste somme per soddisfare quante più richieste possibili.

Vi tengo aggiornati così appena disponibile la possibilità di fare domande, vi dico come procedere.

Nel frattempo però invito chi ne ha bisogno a rivolgersi al nucleo di fragilità.

Adesso vi lascio con una breve considerazione.

Ieri dopo aver fatto la diretta Facebook ho pensato di non scrivere nessun post ed ho capito l’importanza dell’appuntamento quotidiano sia per voi che per me!

Ieri in fondo voi siete mancati a me ed io a voi!

Adesso per favore ascoltatemi.

, non molliamo, non distraiamoci dal nostro obiettivo che è quello di tornare alla nostra vita e come dice mia figlia Alice “sconfiggiamo il mostro verde coronavirus”.   

 

 

Aggiornamenti e notizie