Coronavirus Monopoli - Il sindaco Annese. abbiamo il settimo caso. E' un uomo 68enne

Autore Redazione Canale 7 | Fri, 03 Apr 2020 | 3837 viste | Coronavirus Monopoli Sindaco-Annese Attualità

Settimo caso di postività al Covid-19 a Monopoli. Si tratta di un uomo 68enne che vive solo. E' ricoverato al Policlinico, ma nessuno è finito in quarantena. 

“ Buonasera a tutti,

eccomi qui questa sera per darvi un po’ di aggiornamenti.

Comincio purtroppo col comunicarvi che abbiamo un ulteriore caso di coronavirus nella nostra città.

Il paziente è attualmente ricoverato al policlinico, non ha parenti e persone vicine a Monopoli e quindi nessuno è in quarantena.

Attendo di avere notizie sulle sue condizioni e spero di averne di buone.

Oggi sono arrivate già tantissime domande per ricevere il bonus spesa.

In tanti mi avete scritto e segnalato che il numero verde era praticamente sempre occupato.

Abbiamo quindi rinforzato il servizio inserendo altri due numeri che vi scrivo qui

3760248192

3714368778

Potete utilizzarli in alternativa al numero verde.

Vi ricordo che se avete la possibilità di utilizzare la mail, il numero non vi serve.

Ho provato tante volte ad appellarmi al vostro buon senso ma talvolta con scarsi risultati.

Ho preparato quindi un’ordinanza per imporre l’ingresso ad un solo membro per nucleo familiare negli esercizi, per modificare gli orari di apertura delle attività e per disporre la totale chiusura per il giorno di Pasqua e di Pasquetta.

La sto inoltrando al prefetto per averne il consenso.

Se dovesse andare bene, vi invito ad organizzarvi per tempo in modo da non affollare le attività in prossimità del weekend.

Purtroppo alcuni atteggiamenti mi hanno fatto venire qualche sospetto.

Temo che qualcuno stia pensando di derogare in modo indipendente le misure restrittive e quindi di riunirsi in famiglia per la festività delle palme.

 

Per questa ragione così come è successo domenica scorsa che 3 persone in visita a parenti sono state multate, per questa domenica abbiamo pensato di intensificare ulteriormente i controlli in tal senso perché il divieto di assembramenti vale anche nelle nostre famiglie.

Purtroppo festeggiare le palme insieme quest’anno sembra paradossale ma è ASSOLUTAMENTE VIETATO.

 

Lo scorso anno, in questo periodo, la nostra città era già affollata e ricca di turisti, le nostre strutture recettive avevano già il calendario di prenotazioni pieno, i lidi iniziavano a pulire i lettini e a vendere gli abbonamenti e noi avevamo concluso l’organizzazione degli eventi estivi.

Quest’anno registriamo soltanto cancellazioni e tutto quello che era in calendario per l’estate ha un grandissimo punto interrogativo sopra.

A tutti coloro che lavorano nel settore turistico/ricettivo, esprimo la mia totale solidarietà e vicinanza.

Avete avuto la lungimiranza di investire creando un importante indotto economico ed avete dato uno slancio di crescita notevole alla città che ha raggiunto un alto livello di servizi ed offerta turistica.

In tutta onestà, non so che stagione ci aspetta.

Posso solo garantirvi che lavoreremo fianco a fianco e che Monopoli ripartirà esattamente dal punto in cui si è fermata, senza indietreggiare di una virgola.

Ora vi lascio con una riflessione che mi ha offerto un cittadino che mi ha scritto.

Mi ha detto “Sindaco, non mollare, continua così, tieni alta l’asticella perché gli effetti di quello che facciamo oggi si vedono tra 10 giorni.”

Io a lui e a tutti voi dico soltanto una cosa, io non mollo, non mollo nemmeno di mezzo centimetro.

Finché l’ultimo cittadino non avrà capito l’importanza di questo ISOLAMENTO SOCIALE che stiamo invocando da ormai non so quanti giorni, io continuerò a ripeterlo.

, restiamo a casa per noi, restiamo a casa per quelli che amiamo". 

 

 

 

 

Aggiornamenti e notizie