Consiglio regionale: ok alla legge sul consenso informato e DAT

Autore Redazione Canale 7 | mar, 15 gen 2019 | 314 viste | Regione-Puglia Consiglio Politica

Il Consiglio regionale, che si era già interrotto una prima volta per mancanza del numero legale, è stato aggiornato al 22 gennaio sempre per mancanza del numero legale

( Da comunicato) - Il Consiglio regionale, in apertura dei lavori, ha approvato a maggioranza, con 28 voti favorevoli e due astenuti, la proposta di legge contenente le disposizioni per l’attuazione delle norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento, presentata dai consiglieri Franzoso, Zinni, Mennea, Blasi e Amati. La legge approvata detta indicazioni utili alla registrazione delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT) in applicazione della legge n. 219/2017.
Nel testo della legge sono definiti gli indirizzi operativi per garantire, nelle strutture del servizio sanitario regionale, il rispetto dei principi contenuti nella legge n. 219/2017 e, in particolare, il diritto alla pianificazione anticipata delle cure e alle disposizioni anticipate di trattamento. In tale prospettiva si definiscono alcuni principi generali indispensabili per l’attuazione delle disposizioni dettate dalla legge n. 219/2017 al fine di consentire l’armonizzazione delle procedure operative di registrazione, conservazione e fruizione delle DAT, promuovendo una preventiva intesa con il Notariato e l’ANCI Puglia. Le diposizioni anticipate di trattamento di tutti i cittadini residenti in Puglia saranno registrate con apposito codice sul Fascicolo sanitario elettronico (FSE)
I lavori del Consiglio sono stati quindi sospesi a seguito della mancanza del numero legale, verificatasi durante la votazione dell’articolato relativo al disegno di disciplina delle Agenzie di viaggio e turismo.

I Iavori del Consiglio regionale sono ripresi dal primo punto all’ordine del giorno relativo alla proposta di legge Amati, Cera, Colonna, Mennea "Misure per la riduzione delle liste d’attesa in sanità – Primi provvedimenti".
Il presidente del Consiglio Mario Loizzo si è fatto latore del proposito espresso dal Presidente della Regione ed assessore alla Sanità Michele Emiliano (allontanatosi per altri impegni istituzionali) di trasfondere la p.d.l. in un disegno di legge della Giunta regionale, da approvare la settimana prossima, che dovrà avere una valenza regolamentare rispecchiando le linee della proposta di legge.
Fabiano Amati (PD) si è riservato di verificarne il contenuto, augurandosi che i sette giorni previsti per il passaggio in Giunta regionale siano gli ultimi.
Mario Conca (M5S) ha espresso la contrarietà rispetto a questa decisione, definita come un ennesimo rinvio dal quale scaturirà un atto di giunta che ricalcherà sostanzialmente i contenuti degli atti aziendali delle ASL con qualche aggiustamento. 

La seduta del Consiglio regionale si incaglia ancora una volta per mancanza del numero legale all’articolo 13 del disegno di legge che disciplina le Agenzie di viaggio e turismo.

Il presidente Loizzo ha chiuso la seduta aggiornandola al 22 gennaio prossimo.

 

Aggiornamenti e notizie