Casamassima (BA): lanciano dal finestrino una busta con due chili di marjuana. Due arresti

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 12 Feb 2020 | 1003 viste | Casamassima Carabinieri Arresti Cronaca

Inseguiti da una pattuglia, lanciano dal finestrino una  busta che conteneva due chili di marjuana. Due persone arrestate dai Carabinieri.


Durante un inseguimento per le vie del centro abitato e nell’agro di Casamassima due pregiudicati si sono disfatti di una grossa busta in plastica che conteneva marijuana lanciandola dal finestrino della loro autovettura. Entrambi sono stati arrestati dai Carabinieri.

L’altra sera, una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gioia del Colle, nel corso di un servizio di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti,  ha notato un Suv sospetto in Via Pende di Casamassima.


I militari dell’Arma decidevano di procedere al controllo degli occupanti, ma il conducente del Suv, notata la presenza dall’autoradio, anziché accostarsi, accelerava bruscamente la marcia e cercava di dileguarsi per sfuggire al controllo. A questo inaspettato comportamento vi era la ferma reazione dei Carabinieri che si ponevano immediatamente all’inseguimento dell’autovettura che dopo aver percorso alcune le vie dell’abitato, ad alta velocità, cercava di dileguarsi in alcune strade di campagna concludendo la fuga in una strada senza uscita in località Annunziata agro di Casamassima. Durante l’inseguimento il passeggero del Suv lanciava dal finestrino una grossa  busta di colore verde che caduta sul ciglio della strada veniva recuperata da altri militari  intanto giunti sul posto.

La busta conteneva oltre due chilogrammi di marijuana confezionata in due buste trasparenti e sigillate.

Gli occupanti dell’autovettura in fuga, identificati in A.C. ed A.P. entrambi di 42 anni, di Casamassima, pregiudicati e già noti alle FF.OO., venivano arrestati  per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associati alla Casa Circondariale di Bari a disposizione della competente A.G.. La droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro.

Aggiornamenti e notizie