Basket- A Francavilla esordio in serie D dell' ASD Scuola Basket Delfini Monopoli

Autore Redazione Canale 7 | Sat, 13 Nov 2021 11:46 | 337 viste | Basket Monopoli Asd-Scuola-Delfini Sport

Il giovane capitano Alessandro Miccoli indica la strada: “Arriveranno buoni risultati se riusciremo a giocare di squadra e divertirci”.

Domenica prossima 14 novembre esordio assoluto nei campionati senior maschili per l’ASD Scuola Basket Delfini Monopoli, che sarà ospite del Basket Francavilla 1963, sodalizio storico con il quale i colori monopolitani si sono incrociati per due decenni in sfide ricche tanto di agonismo quanto di correttezza e rispetto reciproco.

Per la prima volta si giocherà nel nuovo Palasport della città degli imperiali, un impianto il cui completamento è stato assai laborioso ma che d’ora in avanti qualificherà tutte le società del territorio, offendo loro nuove opportunità di crescita e sviluppo dei propri progetti sportivi.   

I “Delfini” monopolitani saranno in campo in questo torneo con una formazione dall’età media di 22 anni e con l’obiettivo dichiarato di maturare esperienza utile tanto per ripartire, dopo una stagione e mezza di stop forzato, quanto per puntare ad affermarsi nelle categorie superiori.

Di questo gruppo sarà per la prima volta capitano un nato nel 2000, Alessandro Miccoli, guardia che nell’aprile 2017 riuscì ad ottenere una convocazione in Seria A con l’Happy Casa Brindisi, società nella quale stava disputando un campionato giovanile. Gli abbiamo rivolto alcune domande.  

Alessandro, a soli 21 anni sei il capitano di una squadra di giovanissimi. Che emozione è per te ricoprire per la prima volta questo ruolo?

Grande emozione, ma anche tante responsabilità. Cercherò di far tesoro di esperienze acquisite in altri contesti per esserne all’altezza e di dare l’esempio con il sacrificio e la dedizione.

Come molti dei tuoi compagni di squadra, tornerai in campo per la prima volta dopo quasi due anni di stop causati dalla pandemia. Quali gli stimoli e quali le difficoltà?

Tutti noi attendiamo questo giorno da tanto: ritornare a sentire l'odore del pallone di gara, il fischio delle scarpe sul parquet, guardare i tifosi pronti esultare ad ogni canestro. Non ci saranno difficoltà se giocando di squadra riusciremo a divertirci, questo dirò ai miei compagni.

Quali sono gli obiettivi di squadra e tuoi personali per questa stagione?

L’obiettivo comune deve essere quello di dare il massimo per raggiungere ogni settimana il miglior risultato possibile. Il mio impegno sarà promuovere sempre unità di intenti tra noi giocatori, anche per premiare una società che ha deciso di mettersi in gioco e sta investendo tanto su di noi.

Idee chiare quelle del giovane capitano, non resta che attendere domenica per la prima (inizio ore 18), un battesimo del fuoco al cospetto di una delle squadre più attrezzate della categoria.

Aggiornamenti e notizie