Bari: riaperta la linea FSE Bari-Putignano

Autore Redazione Canale 7 | lun, 01 ott 2018 | 1014 viste | Bari Regione-Puglia Assessorato-Trasporti Treni Ferrovie-Sud-Est Attualità

Ad annunciarlo l'assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini.

L’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, comunica che è stata riaperta da oggi al traffico ferroviario la tratta  Bari Putignano – via Casamassima, delle Ferrovie del Sud Est.

La linea è stata così caratterizzata da un imponente lavoro di potenziamento infrastrutturale che ha portato al rinnovo di 48 km di linea (binari, massicciata e traversine) che sarà di “grande sollievo per la regolarità dell’esercizio, a favore dei pendolari che ogni giorno decidono di prendere il treno al posto del mezzo privato ed hanno diritto – spiega Giannini - a un servizio comodo, sicuro e puntuale. Prosegue quindi l’impegno della Regione per il potenziamento del sistema di trasporto pubblico locale”.

I cantieri – si legge in una nota del gruppo FSI - avviati a settembre 2017, sono durati un anno. Operativi 24 ore su 24, sette giorni su sette – hanno impegnato 75 tecnici tra personale FSE e impresa appaltatrice e 25 mezzi d’opera.

Entro primavera 2019 la linea sarà elettrificata e attrezzata con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) e completata l’automazione dei passaggi a livello. Grazie a questi interventi si potrà superare l’attuale limite di velocità di 50 km/h.

Da oggi si rafforza anche l’offerta di trasporto integrata ferro/gomma di Ferrovie del Sud Est con 16mila posti a disposizione nei giorni feriali.

Dalle prime ore del mattino fino a sera, sulla linea appena rinnovata, circoleranno quarantotto treni tra Bari e Adelfia. Ventotto treni proseguono per Putignano, che è servita anche con altri 10 bus da e per Adelfia.

La stazione di Adelfia diventa nodo per lo scambio intermodale treno/bus: dal piazzale di stazione partono e arrivano anche ventinove pullman che collegano il Comune di Cellamare e la stazione di Noicattaro creando così un sistema di trasporto a maglia tra i comuni dell’area metropolitana a sud est di Bari.L’investimento economico complessivo è di 40 milioni di euro.

Aggiornamenti e notizie