SVOLTA MONOPOLI: POTERI A LOPEZ

Autore Domenico Dicarlo | ven, 19 mag 2017 | 2865 viste | Lopez-Amministratore-Delegato Svolta-Societaria Monopoli-Calcio

Lo ha deciso il consiglio d'amministrazione. Nuovo vice-presidente Alessandro Laricchia

Onofrio Lopez è il nuovo amministratore delegato del Monopoli, l’avv. Laricchia diventa vice-presidente del consiglio d’amministrazione. Comincia il nuovo corso, dunque, della società biancoverde. Un corso, come anticipato nei giorni scorsi sia nel Tg7 che durante Fuoricampo, che stravolge in modo inequivocabile equilibri e poteri. “La delega conferisce al Sig. Lopez il potere decisionale e le responsabilità per le scelte del team tecnico, dei calciatori e delle figure complementari alla realizzazione del progetto sportivo della società”- si legge in una nota ufficiale emanata stamattina dalla società biancoverde. Il messaggio è chiaro, dunque: le decisioni tecniche e gestionali della società non saranno prese più in assemblea ma saranno di competenza dell’amministratore delegato. Una svolta epocale, se vogliamo, perché nei sette anni dei esistenza del nuovo Monopoli, le decisioni, almeno ufficialmente, erano prese dai soci. Ora toccherà a Lopez, in collaborazione con l’avv. Laricchia. A loro, dunque, il compito di scegliere su  staff tecnico, direttore sportivo, settore giovanile e tutto quello che compete l’organizzazione societaria. Deve essere chiaro un aspetto: questo non significa che ora la società diventi di proprietà di Lopez, che dovrà ovviamente rendere conto delle sue decisioni e delle sue scelte al consiglio di amministrazione. Le quote, al momento, restano in mano a chi le possedeva già. Ma il consiglio di amministrazione di ieri sera, però, ha delegato Lopez alla fase operativa, anche se in tal senso potrebbe essere necessario il passaggio nell’Assemblea dei Soci.  Facciamo un esempio alla carlona: se Lopez decidesse di spendere 200 piuttosto che 100 per la composizione della squadra, lo potrà fare, assumendosene gli oneri. Nei mesi successivi, poi, starà al Consiglio d’amministrazione rinnovare o meno la fiducia, sempre che nel frattempo gli assetti societari (le quote, per intenderci), restino gli stessi. Mastronardi resta presidente del Consiglio d’amministrazione, Nei prossimi giorni restano da decidere la altre cariche, compresa la presidenza, che potrebbe andare allo stesso Lopez, mentre Mastronardi  si occuperà dei rapporti con Lega e Federazione. Ma parliamo di cariche formali, perché i poteri resteranno comunque in mano all’imprenditore barese. In tanti, è inutile negarlo, stanno ponendo la stesa domanda. Cosa faranno adesso i soci monopolitani Tagliente, Laruccia e Caleprico? Nelle prossime ore Lopez dovrebbe incontrarli. In tal senso tutte le piste sono aperte.

Aggiornamenti e notizie