Reazioni a candidatura Emiliano alla guida del PD

Autore Gianni Catucci | mer, 15 feb 2017 | 775 viste | Partito-Democratico Michele-Emiliano Consiglio-Regionale-Puglia Politica

Sostegno alla candidatura a segreteria del governatore da parte dei rappresentanti regionali del PD. Opposizioni per le dimissioni di Emiliano

La decisione del governatore della Puglia, Michele Emiliano, di candidarsi alla segreteria nazionale del PD,  con un affondo al segretario Renzi durante il direttivo piddino di due giorni fa, ha suscitato reazioni contrastanti nel panorama politico regionale. Accolta con soddisfazione dal PD pugliese, avversata con toni accesi dalle opposizioni. "Con la scelta di Michele Emiliano di candidarsi alla segreteria nazionale del Partito Democratico, la Puglia diventa protagonista della politica nazionale - dice il capogruppo Pd in Consiglio Regionale, Michele Mazzarano - In attesa di capire come l'assemblea nazionale del Pd definirà modalità, tempi e condivisione sulle regole del congresso, è sbagliato - aggiunge - pensare che venga tradito il mandato elettorale ricevuto dai pugliesi. Quelle del presidente Emiliano - aggiunge Mazzarano- non sono ambizioni personali che contrastano con gli interessi della nostra regione” . Toni diametralmente opposti dalle minoranze. “Emiliano, candidandosi alla guida del PD, ha tradito la Puglia e il suo mandato - dicono i rappresentanti del Movimento 5 Stelle - Si dimetta subito da presidente della Regione. La Puglia ha bisogno di essere governata da persone che la amino sinceramente e si dedichino anima e corpo a lei senza pensare unicamente alle proprie ambizioni personali. Come farà – concludono i pentastellati - a condurre una campagna elettorale occupandosi al tempo stesso dei problemi della sanità pugliese, della Xylella, dell'acqua pubblica, dell'emergenza rifiuti, dei disoccupati, di famiglie che non arrivano alla fine del mese. E se venisse eletto- concludono i grillini non ne parliamo”. "Ormai il futuro ruota attorno agli impegni politici del presidente Emiliano, proiettato esclusivamente sulla scena nazionale, presente nei salotti televisivi e nelle sedi del suo partito- dice  Domenico Damascelli, consigliere regionale di Forza Italia - Eppure, non ci risulta che la Puglia goda di così buona salute, tanto da poter sospendere il lavoro istituzionale e amministrativo. Non possiamo sottacere che i pugliesi lo abbiano votato per governare la Regione – prosegue il consigliere azzurro- Purtroppo, dall'inizio della legislatura, i problemi della comunità non sono stati risolti ed anzi, sono peggiorati. Se Emiliano ha a cuore le sorti della Puglia si dimetta e permetta ai cittadini un governo stabile e impegnato sui problemi che li attanagliano. Del resto, per il direttivo del Pd –conclude Damascelli-  non si è tenuta nemmeno la seduta del Consiglio regionale di ieri".


Aggiornamenti e notizie