Nella Biblioteca Rendella di Monopoli arrivano le stampanti 3d

Autore Redazione Canale 7 | ven, 10 mag 2019 | 408 viste

Presentato dal Sindaco Angelo Annese il Markerspace 3d

Nell’ambito delle iniziative del Markerspace 3d, il nuovo spazio della Biblioteca Civica “Prospero Rendella”, è stato presentato un programma articolato di eventi sull’artigianato tecnologico, eco-innovativo e bio-ispirato dal titolo “Slow Bio Factory: Makerspace For Education”. Insieme alla ditta appaltatrice, la Security Architect Srl di Bari, è già stato promosso un ciclo di eventi (conferenze e workshop) finalizzati alla promozione dei servizi del makerspace, con il coinvolgimento degli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado. È previsto un ciclo di workshop che si terranno a partire da lunedì 3 giugno, dalle ore 17 alle ore 20 che sarà rivolto a tutti gli utenti.

Il progetto è realizzato grazie al finanziamento ottenuto nell’ambito della avviso pubblico Smart-in Community Library – P.O.R. Puglia 2014-20120 Azione 6.7. Promosso dall’Assessorato alle Politiche Culturali, il maker space è una rivisitazione delle botteghe artigianali, tra innovazione e tradizione, concepito secondo il modello FabLab (Fabrication Laboratory) del dipartimento Bits&Atoms del M.I.T. di Boston, che è specializzato funzionalmente alla vocazione produttiva, culturale e sociale del territorio, diventando una rilettura digitale della bottega rinascimentale.

Le botteghe artigianali sono state sempre fondamentali per l’apprendimento delle arti e dei mestieri, che è sempre avvenuto attraverso un percorso di apprendistato artigiano: il tradizionale andare “a bottega”, che nell’era dell’hi-tech è ancora valido. Le pratiche artigianali oggi si incrociano con il design, dove la sperimentazione (high e low-tech) richiede sia un confronto collettivo per sviluppare una coscienza condivisa, sia un approccio molto pratico, in cui è necessario connettere le tecniche artigianali, le nuove tecnologie e le sperimentazioni tecnico-scientifiche in nuovi artefatti-manufatti, che rispettano le risorse (materiali e immateriali) e l’identità del territorio.

L’allestimento del Laboratorio Makerspace è avvenuto con due diversi tipi di stampanti 3D, una Ultimaker 2+ (che consente di realizzare oggetti di medie dimensioni), una DELTA WASP 20x40 (che consente di realizzare oggetti con un’altezza maggiore), uno scanner 3D Scan in a Box a luce strutturata, una fresatrice da banco Cnc Roland Compact SRM-20, il tutto gestito da un potente Personal Computer e relativo monitor. L’investimento per la fornitura delle attrezzature e l’allestimento del Makerspace 3D è stato pari ad € 19.514,97.
 
Lo start-up del servizio avverrà a cura del personale della biblioteca affiancato dagli esperti della ditta appaltatrice. È stato promosso un ciclo di eventi (conferenze e workshop) finalizzati alla promozione dei servizi del makerspace, sono stati coinvolti gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado che hanno partecipato ai seguenti eventi: Strategie e metodologie di ecodesign e biodesign per l’artigianato orientate al Design for All e al Design for Kids; Stampa 3D; scanner 3D; modellazione 3D e fresatrice cnc. L’investimento per la fase di Start-up, che si concluderà nei prossimi mesi, è stato di € 28.308,76.


Aggiornamenti e notizie