La piccola Chiaraluna aveva nove mesi ed è nata sana: i primi risultati dell'autopsia

Autore Alfonso Spagnulo | mer, 01 mar 2017 | 13379 viste | Autopsia Chiaraluna Omicidio Indagini Polizia

Secondo alcune indiscrezioni l'esame autoptico non avrebbe rivelato alcuna malformazione o segni di violenza: la bambina sarebbe morta dopo l'abbandono

MONOPOLI - Emerge un quadro ancora più drammatico dalle indiscrezioni trapelate riguardo gli esiti dell'autopsia effettuata dal medico legale Francesco Introna sul corpicino di Chiaraluna, la piccola ritrovata abbandonata su una spiaggia, in località Pantano, a Monopoli. I risultati dell'esame autoptico non sarebbero ancora stati depositati ma,come detto, qualcosa è già venuto fuori. La piccola era di quasi nove mesi quando è nata ed è venuta alla luce viva e sana e di conseguenza potrebbe essere morta dopo essere stata abbandonata. Infatti sul suo corpicino non sono state riscontrate malformazioni o segni di violenza. Questo lascia presupporre che l'ipotesi accusatoria diventerebbe ora di omicidio volontario. Continuano intanto le indagini da parte della Polizia di Monopoli per risalire a chi ha crudelmente abbandonato la piccolina sotto la sabbia. L'ipotesi più accreditata è che ad abbandonare la bambina sia stata una prostituta dopo un parto clandestino oppure che il corpicino sia stato strappato dalle braccia della madre naturale da qualche altra persona.

Il corpicino era stato poi ritrovato morto da due turisti inglesi che stavano passeggiando sulla battigia. Avevano dato l'allarme ed erano prontamente intervenuti gli agenti del commissariato monopolitano. Gli stessi agenti che hanno poi ribattezzato la bambina Chiaraluna e che hanno organizzato, insieme all'associazione "Movimento per la Vita" il funerale della piccolina. 





Aggiornamenti e notizie