Gelate: Di Gioia spiega la richiesta dello stato di calamità

Autore Gianni Catucci | mar, 13 nov 2018 | 129 viste | Regione Puglia Assessorato-Agricoltura Gelate Calamità Attualità

Stato di calamità per le gelate dello scorso febbraio e marzo in Puglia. L’assessore regionale Di Gioia ha illustrato in commissione i dettagli della richiesta avanzata al governo nazionale. 

L'assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, ha illustrato in IV Commissione consiliare l’iter amministrativo con cui la Regione Puglia ha operato per la richiesta e riconoscimento della stato di calamità relativo alle gelate che hanno colpito i territori rurali a febbraio e marzo 2018. Ricordiamo che la Giunta della Regione Puglia aveva approvato il 10 luglio la richiesta di declaratoria di stato di calamità per le gelate, i cui danni si erano rivelati fino a maggio scorso e riguarda i territori di ben ventinove comuni delle province di Foggia, Bari, Bat e Taranto. Danni arrecati maggiormente alle colture del l'olivo, ma anche il mandorlo, il ciliegio e altre fruttifere, le ortive e gli agrumi. “Ho  approfondito le delibere con cui abbiamo chiesto al Governo la deroga al decreto legislativo 102 – ha detto l’assessore - che possa consentire anche agli agricoltori che non hanno contratto le assicurazioni obbligatorie, come da Piano nazionale, di beneficare del Fondo di solidarietà nazionale. Una richiesta di cui abbiamo discusso nei giorni scorsi proprio con il Capo di Gabinetto del Ministro Centinaio e il direttore di Dipartimento Politiche agricole, i quali hanno assicurato di impegnarsi perché il Governo nazionale  inserisca tale richiesta nel primo provvedimento parlamentare utile”.  “L’attenzione è massima  -  conclude Di Gioia- e  come emerso, le forze politiche sono unite nel sostenere e supportare tale richiesta sui tavoli nazionali nella tutela e presidio del nostro comparto agricolo”.

Aggiornamenti e notizie