Barese: maxi sequestro di ricci di mare

Autore Redazione Canale 7 | ven, 22 feb 2019 | 773 viste | Bari Monopoli Guardia-Costiera Ricci-Di-Mare Sequestro Multe Cronaca

3500 ricci di mare sequestrati tra Bari e Monopoli. Elevate sanzioni salatissime dalla Guardia Costiera.

Nell’ambito dei controlli sulla filiera della pesca, ed in particolare a seguito di una mirata attività lungo tutto il litorale del Compartimento marittimo di Bari finalizzata a garantire la tracciabilità dei prodotti della pesca commercializzati, gli uomini della Guardia Costiera del 6° Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Barie della Capitaneria di Porto di Monopoli hanno posto sotto sequestro, in due distinte operazioni, un totale di 3.500 esemplari di “ricci di mare”. Nel territorio comunale di Monopoli, in un caso, si è evitato di immettere sul mercato di ricci di mare di dubbia provenienza stivati all’interno di un furgone di una pescheria locale, i cui titolari sono stati sanzionati in quanto sprovvisti dei documenti previsti dalle norme sulla tracciabilità del prodotto. In un altro caso, in località Porto Rosso e Cala Verdegiglio sono stati sanzionati due venditori abusivi intenti alla commercializzazione di ricci di mare, anch’essi privi di documentazione comprovante la provenienza del prodotto e senza la prescritta autorizzazione sanitaria. In totale, ai trasgressori sono state contestate sanzioni pecuniarie per un totale di 10.500 euro, mentre i 1.500 esemplari di ricci di mare sequestrati, risultando ancora "vivi", sono stati rigettati in mare. A Bari invece, e più precisamente sul Molo San Nicola, sono stati sequestrati circa 2.000 esemplari di ricci di mare, per i quali non è stato possibile individuare i responsabili della cattura, perché il pescato era stato gettato in mare.

Aggiornamenti e notizie